Amb. Azerbaigian: non solo gas, Italia per noi importante partner

Mammad Ahmadzada: il Tap parta come da calendario nel 2020

20.12.2018 - 18:30

0

Roma, (askanews) - Si conclude un anno di intensi rapporti tra Italia e Azerbaigian, con un importante scambio di visite che, dice l'ambasciatore azero a Roma Mammad Ahmadzada, deve avere seguito e l'avrà, con l'obiettivo di "avvicinare le nostre società".

"Siamo molto soddisfatti dal livello che abbiamo raggiunto nei rapporti bilaterali con l'Italia, soprattutto in questo anno che ha visto una serie di visite ad altissimo livello, a cominciare da quella del presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella in Azerbaigian. Poi abbiamo avuto in Italia il primo vicepresidente della Repubblica dell'Azerbaigian, Mehriban Aliyeva, e la visita in Azerbaigian della presidente del Senato italiano Maria Elisabetta Alberti Casellati. Si tratta di tre visite importantissime dal punto di vista del dialogo politico e istituzionale, anche per il fatto che queste importanti tre cariche hanno compiuto visite in Azerbaigian e in Italia per la prima volta nella nostra storia. Poi possiamo dire che in questo anno abbiamo raggiunto un livello molto importante per i rapporti economici, con la conferma dell'Italia come primo partner commerciale e dell'Azerbaigian come principale fornitore di greggio per l'Italia. Abbiamo anche cercato di diversificare il rapporto economico con l'Italia: non a caso durante la visita del presidente Mattarella è stato organizzato un grandissimo forum economico a cui hanno partecipato molte società italiane e azere. E anche i rapporti culturali sono stati molto intensi, c'è stato un vero scambio culturale , abbiamo organizzato vari eventi i in Italia per promuovere e far conoscere la nostra cultura, compreso il centesimo Anniversario della fondazione della prima Repubblica dell'Azerbaigian. In questo contesto abbiamo avuto un bellissimo evento alla Galleria di Arte Moderna e un importante concerto al Palazzo del Quirinale. E nell'anno prossimo intendiamo continuare, sia a livello culturale che economico, oltre che politico: dobbiamo avvicinare le nostre società".

Dall'Italia all'Europa. L'Azerbaigian negozia un accordo globale con l'Unione europea, che è una realtà in grande cambiamento e anche, diciamolo, in chiara crisi.

"La politica estera dell'Azerbaigian è multivettoriale, un politica bilanciata, e l'Unione europea è una delle direzioni molto importanti della nostra politica estera. Noi abbiamo firmato con una decina di Paesi, anche con l'Italia, accordi di partenariato strategico. L'Ue, va sottolineato, per noi è il principale partner commerciale - e l'Italia in questo quadro è il nostro primo partner commerciale come singolo Paese- e questo è fonte di cruciali investimenti. Ora stiamo portando avanti una serie di progetti strategici che uniscono l'Azerbaigian all'Ue, anzi, non solo l'Azerbaigian, ma l'Asia con l'Europa: la nostra posizione geografica ci dà la possibilità di avere questo ruolo, che è fondamentale".

Quindi l'Europa rata per voi un punto di riferimento.

"Sicuramente".

Arriviamo al Nagorno Karabakh, regione al centro di un cosiddetto 'conflitto congelato' con l'Armenia, che sembra destinato a non avere fine. Posizioni apparentemente inconciliabili: lei vede una possibile soluzione?

"Purtroppo quest'anno fanno trent'anni dall'inizio di questo problema. Nei primi anni del conflitto il 20% del territorio azero è stato occupato militarmente dall'esercito dell'Armenia. E, di nuovo purtroppo, durante questi anni non abbiamo raggiunto la pace. Però la soluzione del conflitto certamente passa dal cambiamento dello status quo e affinché questo avvenga è importante che l'Armenia ritiri il suo esercito, le forze militari dai territori occupati dell'Azerbaigan. L'unica possibilità di risolvere questo conflitto è ripristinare l'integrità territoriale azera".

E infine il gasdotto Tap (Trans-Adriatic Pipeline) in via di costruzione, che deve portare il gas azero all'Europa e all'Italia, punto terminale del tracciato, causa di tante polemiche qui da noi. A suo avviso resta un progetto utile e necessario per l'Europa?

"Sicuramente tra i vantaggi di questo progetto c' è la diversificazione delle fonti energetiche, dell'approvvigionamento. Allo stesso tempo, essendo un progetto da quasi di 40 miliardi di dollari di investimenti, ha portato e sta portando importante sviluppo economico a tutti i Paesi coinvolti in questo corridoio, perché il Tap praticamente è l'ultima fase del corridoio meridionale del gas. Siamo soddisfatti che il progetto stia stiano andando avanti ed è importante finire questo progetto secondo il calendario previsto, quindi che il gas arrivi in Italia nel 2020".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Cina, il coronavirus non ferma i viaggiatori del Capodanno cinese

Cina, il coronavirus non ferma i viaggiatori del Capodanno cinese

Pechino, 21 gen. (askanews) - Il coronavirus non impedisce a milioni di cinesi di prendere il treno per tornare dalle loro famiglie in occasione del Capodanno cinese. In massa i viaggiatori entrano ed escono dalla stazione ferroviaria di Pechino, come si vede in questo simpatico timelapse. La Commissione nazionale di sanità cinese ha intanto confermato che ci sono stati casi di trasmissione del ...

 
Mattarella in Qatar ricevuto dall'Emiro Al-Thani

Mattarella in Qatar ricevuto dall'Emiro Al-Thani

Doha, 21 gen. (askanews) - Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è in visita di Stato in Qatar, dove è stato ricevuto dall'Emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al-Thani. Al termine dei colloqui, l'Emiro del Qatar offrirà una colazione in onore del Presidente Mattarella. Successivamente visiterà la Qatar National Library e inaugurerà la mostra di manoscritti "Tra oriente e occidente. La ...

 
Russia, incendio in edificio in legno per migranti: undici morti

Russia, incendio in edificio in legno per migranti: undici morti

Mosca, 21 gen. (askanews) - Undici persone sono morte nell'incendio di un edificio in legno che ospita dei lavoratori migranti nella regione di Tomsk, nella Siberia occidentale, in Russia: lo hanno annunciato le autorità locali. Secondo l'ufficio regionale del ministero russo delle Situazioni di emergenza, l'incendio è divampato alle 4 ora locale, nella notte italiana, ed ha distrutto ...

 
Video Gol a 4 anni: il figlio di Robbie Keane ruba palla in Tottenham-Middlesbrough, segna e lo stadio esplode
Inghilterra

Video Gol a 4 anni: il figlio di Robbie Keane ruba palla in Tottenham-Middlesbrough, segna e lo stadio esplode

Il figlio piccolo di Robbie Keane, 4 anni appena, ruba la palla, si fa tutto il campo di corsa e infila in gol. L'incredibile siparietto non nel giardino di casa, ma prima della partita di FA Cup tra Tottenham Hotspur e Middlesbrough del 5 gennaio. Il padre ha pubblicato il video sui social nei giorni scorsi e le immagini sono subito diventate virali. Hudson, questo il nome del piccolo, era tra ...

 
La pupa e il secchione 2020, stasera su Italia1 Giulia Salemi e Giampiero Mughini. Nuova coppia: anticipazioni

televisione

La pupa e il secchione 2020, stasera su Italia1 Giulia Salemi e Giampiero Mughini. Nuova coppia: anticipazioni

Torna un appuntamento atteso in televisione per stasera, martedì 21 gennaio. Nuova puntata per La Pupa e il Secchione e Viceversa in prima serata su Italia 1. Per ...

21.01.2020

Chiara Ferragni, che fisico! Foto in biancheria intima da un milione di like

Social

Chiara Ferragni, che fisico! Foto in biancheria intima da un milione di like

"I’m a cool mum". Lo scrive sul suo seguitissimo profilo Instagram (18,2 milioni di follower) Chiara Ferragni che posta una foto super sexy. L'imprenditrice e modella, moglie ...

21.01.2020

Video Elisabetta Canalis tenta con uno sport femminile, ma preferisce cazzotti e calci: sul ring fa paura

Social

Video Elisabetta Canalis tenta con uno sport femminile, ma preferisce cazzotti e calci

La splendida Elisabetta Canalis e il tentativo "di fare uno sport più femminile". La showgirl, modella e attrice italiana posta sul suo profilo Instagram (2,4 milioni di ...

21.01.2020