Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mafia, da Enna alla Germania: 46 arresti per droga ed estorsione

Roma, 1 lug. (askanews) - Droga, estorsione, corruzione: soggetti "affiliati o contigui alle famiglie mafiose di Barrafranca e Pietraperzia". I carabinieri del Ros e del comando Provinciale di Enna, in Sicilia, hanno eseguito una ordinanza di custodia nei confronti di 46 persone, 35 in carcere, che operavano da Enna fino alla Germania.

I reati contestati, a vario titolo, sono associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico e allo smercio di stupefacenti, estorsioni, corruzione aggravata dall'aver favorito l'associazione mafiosa, detenzioni di armi e assistenza agli associati. In parallelo gli investigatori dell'Arma hanno notificato anche un decreto di sequestro preventivo di beni (società, beni immobili e conti correnti) per un valore di oltre un milione di euro.

L'indagine è stata avviata nel maggio 2018 dopo che a Raffaele Bevilacqua, già condannato per associazione di tipo mafioso, erano stati concessi i domiciliari per motivi di salute. Secondo quanto reso noto dagli inquirenti l'uomo, tra la fine degli anni '80 e i primi anni del 2000, era non solo componente del direttivo della Democrazia Cristiana ed in strettissimi rapporti con Salvo Lima, ma anche al vertice di Cosa Nostra ennese per diretta investitura di Bernardo Provenzano.