Identità, nazione, rito: i significati di Yael Bartana a Modena

La mostra alla Fondazione Modena Arti Visive

03.12.2019 - 16:02

0

Modena, 2 dic. (askanews) - "Mi ha colpito un'affermazione di Yael Bartana che parlando, qualche tempo fa, del suo lavoro diceva: "Non mi importa più di tanto dell'arte. Ciò che davvero mi interessa è stimolare una riflessione sostanziale, anche a costo di uscire dal territorio dell'arte". È una dichiarazione molto forte. Sintetizza una prospettiva civile e civica che incrocia, in maniera 'determinante', ossia fino a determinarle, la sua poetica e la sua espressività" così il direttore della Fondazione Modena Arti Visive all'inagurazione della mostra "Yael Bartana. Cast Off".

L'esposizione, prodotta da Fondazione Modena Arti Visive e curata da Chiara Dall'Olio, propone una serie di installazioni video e fotografiche dell'artista israeliana, il cui lavoro, intrecciando realtà e finzione, ruota attorno alle tematiche dell'identità, del rito, dello stato-nazione.

Il percorso espositivo, che si diffonde su due piani di Palazzo Santa Margherita, si apre con il video in bianco e nero "The Recorder Player from Sheikh Jarrah", girato nel 2010 in occasione di una protesta pacifica durante la quale una manifestante suona un flauto dolce davanti a una fila compatta di militari israeliani, schierati di fronte a coloro che stanno contestando l'espulsione dei residenti musulmani dai dintorni di Gerusalemme a opera dei coloni ebrei.

Nella stessa sala è installato il video del 2017 "Tashlikh (Cast Off)", che mette in scena una carrellata performativa e simbolica in slow motion di oggetti su sfondo nero. Gli oggetti provenienti da diversi contesti e storie appartengono sia ai carnefici che alle vittime di persecuzioni etniche, genocidi e guerre. Il titolo Tashlikh - che letteralmente significa gettar via - fa riferimento a un'antica pratica dell'Ebraismo, durante la quale i peccati dell'anno precedente sono simbolicamente rappresentati da un oggetto, che viene gettato nell'acqua corrente. In quest'opera, Bartana dilata questo rito secolare e crea un flusso di oggetti personali, abiti, fotografie, sciarpe.

La curatrice della mostra, Chiara Dall'Olio commenta così il lavoro di Yael Bartana: "Il suo sguardo porta a interrogarci sul significato di concetti come "identità", "nazione", "rito" e sulle valenze anche politiche che, oggi più che mai, queste parole hanno nel mondo contemporaneo. In un'Italia e in un'Europa che stanno affrontando tensioni nazionaliste e spinte separatiste, che si stanno domandando se possa essere ancora attuale l'Europa senza frontiere dell'accordo di Schengen del 1985 o se si stia progressivamente e inesorabilmente andando verso una chiusura identitaria e sovranista, l'arte di Yael Bartana, offre spunti di riflessione di grande interesse e sprona a sua volta il pubblico a interrogarsi sul significato di questi temi, che non sono legati ad un solo ambito geopolitico, ma che toccano tutti".

Nelle sale superiori è proiettato "True Finn" del 2014, un'opera incentrata su otto residenti finlandesi di etnie, religioni e provenienze differenti, che s'interrogano sul significato dell'essere finlandesi. In quest'opera Bartana si confronta con i meccanismi coinvolti nella costruzione di un'identità nazionale in un contesto completamente differente da quello delle sue origini.

Il video "A Declaration" del 2006 - presente nella collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena - è il primo in cui l'azione ripresa non appartiene alla realtà, ma è una finzione cinematografica creata dall'artista. Il lavoro documenta una messa in scena, la sostituzione della bandiera israeliana - presente su uno scoglio della baia di Jaffa - con un albero di ulivo.

La mostra visitabile fino al 13 aprile 2020 prevede anche un artist talk fra l'artista e la curatrice della mostra, mercoledì 12 febbraio alle ore 18 A Palazzo Santa Margherita.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Libia, Salamè: "Con accordo politico forte necessari meno soldati per cessate il fuoco" SOTTOTITOLI

Libia, Salamè: "Con accordo politico forte necessari meno soldati per cessate il fuoco" SOTTOTITOLI

(Agenzia Vista) Berlino, 19 gennaio 2020 Libia, Salamè: "Con accordo politico forte necessari meno soldati per cessate il fuoco" "Dalla mia modesta esperienza in molti conflitti sono giunto alla conclusione che più forte è l’accordo politico, meno soldati sono necessari per monitorare il cessate il fuoco. Se si ha un forte accordo politico non servono tante persone sul campo ma se si ha un ...

 
Libia, Conte a Berlino incontra il Segretario Generale dell'Onu Guterres

Libia, Conte a Berlino incontra il Segretario Generale dell'Onu Guterres

(Agenzia Vista) Berlino, 19 gennaio 2020 Libia, Conte a Berlino incontra il Segretario Generale dell'Onu Guterres Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte incontra il Segretario Generale dell'Onu, Antonio Guterres, a margine della Conferenza di Berlino sulla Libia. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Berlusconi: "Divario fra Sud e Nord aumentato, se vinciamo in Calabria cambiamo rotta"

Berlusconi: "Divario fra Sud e Nord aumentato, se vinciamo in Calabria cambiamo rotta"

(Agenzia Vista) Roma, 19 gennaio 2020 Berlusconi: "Divario fra Sud e Nord aumentato, se vinciamo in Calabria cambiamo rotta" Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un video messaggio su FB: "La sinistra affonda le sue radici nell’ideologia comunista e attribuisce allo Stato un potere totale sui suoi sudditi, sui cittadini i cui diritti sono conferiti dallo Stato che quindi può ...

 
C'è posta per te di Maria De Filippi, successo ieri sabato 18 gennaio: oltre 5,9 milioni di spettatori

Ascolti

C'è posta per te di Maria De Filippi, successo ieri sabato 18 gennaio: oltre 5,9 milioni di spettatori

Ancora un successo per C'è posta te su Canale 5 condottoda Maria De Filippi.. Ieri, sabato 18 gennaio, le Reti Mediaset si sono aggiudicate prima, seconda serata e 24 ore con,...

19.01.2020

Video Sharon Fonseca, fidanzata di Gianluca Vacchi, super sexy ad un matrimonio: ecco come si è presentata

Social

Video Sharon, fidanzata di Gianluca Vacchi, super sexy al matrimonio

Sharon Fonseca, modella bellissima e fidanzata di Gianluca Vacchi, in tailleur rosso con giacca scollata e quasi aperta che lascia intravedere il seno. Pantaloni ...

19.01.2020

Taylor Mega, foto super sexy con maglietta altezza seno, linguaccia e dito medio

Social

Taylor Mega, foto super sexy con maglietta altezza seno, linguaccia e dito medio

Taylor Mega scatenata su Instagram. La modella e influencer da 2.3 milioni di follower, pubblica una foto particolarmente sexy. L'immagine, postata all'1, è un selfie che la ...

19.01.2020