Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, la lotta al Covid secondo Alvalenti

Alessandro Valenti, in arte Alvalenti (o Alva), è un umorista a tutto tondo. Il suo spirito goliardico lo porta anche a ironizzare sull'attuale momento di emergenza sanitaria, legata al Covid, con la creazione di una bizzarra protezione per farsi una passeggiata decisamente fuori dagli schemi.
Del resto, l'estroso disegnatore e cabarettista senese ha fatto del volare fuori dagli schemi una filosofia di vita. Lo conferma la sua ultima scelta di rifugiarsi in Sicilia poco prima che scattassero le varie zone di allarme. Perché? A spiegarlo è lui stesso: avendolo le vicende della vita portato a vivere e lavorare a Malta, come un novello Ulisse, che si fece legare all'albero maestro per non cedere al canto delle sirene, si è volontariamente esiliato in una terra da dove non si può uscire, per non dover tornare nell'isola dei Cavalieri. "Se anche un luogo è incantevole - racconta - non capisco perché dovrei stabilirmi  in maniera duratura, Anzi, il fatto che una città o un paese sia meraviglioso mi esorta ad esplorare di più, a sfidare ancora la vita per vedere chissà quanti altri posti belli esistono, pregi e difetti inclusi. A marzo sono rimasto chiuso a Malta dal primo lockdown, solo, lontano dagli affetti e dai miei quattro figli (ormai adulti, sia ben chiaro) a Siena. Negli ultimi anni ho avuto tre residenze che si alternavano con sequenza incostante ma perentoria, Siena, Catania, Malta. Tre luoghi bellissimi e suggestivi. Dopo un’estate italiana punteggiata da spettacoli all’aperto qua e là per la penisola, avevo deciso, fiutando aria di un possibile ritorno al lockdown autunnale, di non farmi beccare a Malta, da dove sarebbe stato più difficile e problematico raggiungere l’Italia in caso di chiusura dei porti e aeroporti".

Nella bellissima Malta, più precisamente a Birgu detta anche Vittoriosa, ho una galleria dei miei quadri e durante il lockdown ho potuto vivere relativamente bene, per via che le restrizioni permettevano comunque di muoversi. Però adesso ho trasferito i miei pennelli e i miei colori nella bellissima località Portorosa in Sicilia, tra palme ed eucalitpti. Continuo il mio lavoro in compagnia della mia amata, pronto a raggiungere i miei figli per Natale".