Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, canzone contro i senesi al mare

Si chiama Senesi al mare ed è cantata da un gruppo che si professa di Follonica che si chiama Diane (Pronounced Diahane). E' una canzone affidata a Youtube per prendere in giro coloro che, da Siena, si spostano nella località tirrenica per le vacanze estive o solo per un fine settimana. All'insegna dell'antipatia che i grossetani hanno da sempre nei confronti degli Ar-Fi-Si (Arezzo, Firenze, Siena), il pezzo, musicalmente anche gradevole, ha un testo che è una vera accozzaglia di luoghi comuni di bassa lega. Il senese arriva in spiaggia all'alba per conquistare il posto, nel pomeriggio deve dormire per forza altrimenti non riesce a sopravvivere alla giornata, è arrivato fino a lì, ma preferisce l'acqua di Fonte Gaia a quella del Tirreno. La sera va al ristorante e si fa rifilare il pesce congelato e la mattina dopo è stravolto perché ha scelto un vino bianco di pessima qualità. La ciliegina è la curiosità dei musicisti su chi sarà il primo a sentirsi male o ad affogare. Se poi ci fossero dubbi sulle idee che animano i Diane (e tutto quello che segue in tema di pronuncia), basta andare a leggere i commenti sotto al video (qui). Loro stessi rispondono alle critiche senesi minacciando di far trovare le barriere e invitando tutti ad andare a Orbetello. In un'estate strozzata da una crisi pesantissima per il Coronavirus, è davvero un ottimo modo di fare propaganda al proprio territorio. Gli operatori che vivono con il turismo (albergatori, ristoratori, proprietari di stabilimenti, gente che affitta le case a prezzi fuori mercato...) senz'altro ringrazieranno sentitamente questa trovata così geniale...