Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, aria di Natale. La storia di Donato, venditore di castagne che fuggì dal terremoto

Con l'avvicinarsi del Natale a Siena sono tornate le bancarelle in piazza Matteotti. Con esse c'è anche il venditore di castagne arrosto che ogni anno di questo periodo si sistema in quella zona per vendere le caldarroste a grandi e piccini. E' particolare la storia di Donato Diovisalvi. Originario di Potenza, si trasferì nel Senese dopo il terremoto del 1980. Da allora non ha più lasciato la Toscana, vive a Colle Val D'Elsa e durante l'inverno diventa il "castagnaro" che a Siena tutti conoscono. Un tradizione che dura ormai da anni. "Nel 2020 - dice Donato - saranno quarant'anni che sono nel Senese. Dopo il terremoto decisi di cambiare così la mia vita". Guarda anche Meno olio e nocciole, boom delle castagne del Lazio