Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, Dario Colagè: "Decidiamo al più presto se il Palio c'è o no"

Alle previsite di aprile alla clinica veterinaria del Ceppo per l'ammissione dei cavalli al protocollo 2021 non sono mancati i volti noti. Tra questi, anche Dario Colagè detto Il Bufera, che in Piazza del Campo ha vinto tre volte. Riuscì nell’impresa già all’esordio nella conchiglia senese, indossando il giubbetto della Lupa su Vipera (che trionfò scossa in quanto lui cadde al primo Casato, ma era già secondo dietro al Bruco con Bastiano su Pitheos): era il luglio del 1989. Assaporò il gusto dolcissimo della vittoria anche nell’agosto 1994 nella Tartuca (su Delfort Song) e nell’agosto 1998 nel Nicchio (su Re Artù). 
“Quando non ci sono le corse un po’ di lucidità nei cavalli va via – commenta l'ex fantino, – ma sono animali che si allenano costantemente e che quindi possono rapidamente tornare nelle migliori condizioni. Un anno è comunque passato, chi era anziano prima oggi lo è ancora di più. Speriamo di fare quest’anno il Palio, se dipendesse da me ne farei correre cinque, ma credo che nel 2021 non ce ne sarà nemmeno uno. I cavalli sono un po’ come le macchine, se hai già fatto 100mila chilometri è meglio tutelarli. Farli allenare per qualcosa che non esiste non è giusto nei loro confronti. Al momento non è possibile prendere una decisione, ma credo che prima verrà presa e meglio sarà per tutti. Se non ci saranno le Carriere credo che sarebbe il caso di bloccare anche le corse di addestramento, che si rivelerebbero un'inutile fatica per tutti”.