Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, la banda città del Palio entra in piazza del Campo chiamata da un tamburo

E' stato un 2 luglio strano, anomalo, quello del 2020. Siena non viveva più niente del genere dai tempi della guerra. Il sindaco De Mossi stesso ha ammesso che, pur ammirando la civiltà mostrata dai senesi, rinunciare al Palio è stata una cosa dolorosa quanto inevitabile per motivi sanitari. Gli stessi che hanno portato all'annullamento di tutte le feste titolari e alla cancellazione anche della Carriera di agosto. L'ipotesi di disputare uno Straordinario, infine, è sempre legata all'evoluzione della pandemia.

In questa giornata così spiazzante e talmente lunga da dare l'impressione di non finire mai, un momento di commozione ed emozione è stato regalato dalla banda Città del Palio. Una vera improvvisata, come conferma il fatto che tutti i musicisti erano "in borghese" e non in alta uniforme, ma sentire le chiarine, le trombe, il ritmo scandito dai tamburi ha fatto saltare il cuore in gola ai senesi che si trovavano in piazza del Campo. Tutto è cominciato con il rullo di un tamburo alla mossa, come quello che chiama le accoppiate in modo che escano dall'Entrone, poi l'ingresso maestoso, sulle note della Marcia del Palio. In questa ripresa dall'alto, tutta la forza di un gesto che profuma di senesità.