Dover come Lampedusa

Dover come Lampedusa

06.09.2019 - 12:00

0

Anche se da noi pochi ne parlano, il Canale della Manica (poco più di 30 chilometri separano le coste francesi da quelle del Regno Unito) è diventato negli ultimi anni una delle nuove rotte migratorie più battute d’Europa. Un fenomeno i cui numeri, pur se lontanamente paragonabili a quelli del Mediterraneo, sta allarmando le cancellerie di Parigi e Londra. Infatti Secondo le autorità francesi dall’inizio del 2019 circa 1.470 persone, più di 250 nel solo mese di agosto, sono state soccorse mentre provavano a raggiungere con imbarcazioni di fortuna le bianche scogliere di Dover. L’anno scorso furono solo 586. Secondo la prefettura di Pas-de-Calais, in 4 anni 98 barche, con 1.029 immigranti a bordo, sono riuscite a raggiungere la costa inglese.

Ma il dato è approssimativo, così come è impossibile da calcolare il numero delle vittime. Che pure ci sarebbero già state e i cui corpi potrebbero non essere recuperati prima di alcuni anni. Di certo la vittima n.1 del Canale della Manica è un immigrato iracheno, partito da Calais, il cui cadavere è stato ritrovato la settimana scorsa al largo di Zeebrugge in Belgio. Al di là del singolo fatto di cronaca resta la domanda: perché le traversate della Manica sono triplicate nell’ultimo anno? Secondo le Ong locali l’aumento dei tentativi di attraversamento è legato alle pressioni della polizia francese con i continui smantellamenti dei campi di Calais, dei maggiori controlli su auto e tir all’imbocco dell’Eurotunnel o all’imbarco dei traghetti , e non ultimo l’avvicinarsi della Brexit. Un insieme di cause, denuncia l’associazione Medecins du Monde, che porta all’aumento di comportamenti a rischio. Tanto da spingere il ministro dell’Interno francese Christophe Castaner e la sua omologa britannica Priti Patel ad annunciare un rafforzamento del piano contro gli sbarchi dei clandestini adottato lo scorso gennaio.

Ma nonostante la polizia francese abbia preso a ispezionare ogni notte le spiagge intorno al porto di Calais, i tentativi di traversata non si arrestano. E gli scafisti continuano a fare affari d’oro grazie alla disperazione dei tanti che vedono nel Regno Unito un approdo sicuro. In maggioranza iracheni e afghani sognano di arrivare in un Paese dove hanno, nella stragrande maggioranza casi, una rete familiare su cui contare. E grazie alla conoscenza dell’inglese sono convinti di trovare facilmente lavoro e avere perciò una vita più facile. Anche se poi la realtà sull’altra sponda della Manica è ben diversa e gli stessi migranti sanno che lì vige un sistema molto ostile nei loro confronti. Nell’ultimo anno, poi, è stato registrato l’anomalo aumento di immigrati iraniani. Secondo la National Crime Agency ciò è dovuto alla crisi economica che ha colpito l’Iran dopo il rinnovo delle sanzioni da parte degli Stati Uniti. A questo va aggiunto che nell’agosto 2017 la Serbia ha abolito i visti per i cittadini iraniani. Poi ripristinati in fretta e furia a ottobre sotto le pressioni dell’Unione europea. Ma in quei tre mesi di frontiere serbe aperte 15.000 iraniani hanno approfittato del nuovo sistema per giungere in Europa. E iniziare il viaggio Belgrado-Londra, con incluso attraversamento della Manica con ogni mezzo.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Video Coronavirus, la paura di Michelle Hunziker: "Non riesco a dormire. Da mamma sono molto preoccupata"
Social

Video Coronavirus, Michelle Hunziker: "Da mamma sono molto preoccupata"

Le notizie dall'Italia sul Coronavirus preoccupano Michele Hunziker, alle Maldive per un periodo di relax ma al tempo stesso anche per uno shooting "fatto in casa". La showgirl e modella fatica a prendere sonno ed affida a un messaggio Instagram tutte le sue paure di mamma e non solo. "E' l'una e mezza - dice - ma sto facendo un po' fatica a dormire perché le brutte notizie di oggi hanno ...

 
Coronavirus, Zaia: "Ordinanza per sospensione manifestazioni e chiusura scuole fino al primo marzo"

Coronavirus, Zaia: "Ordinanza per sospensione manifestazioni e chiusura scuole fino al primo marzo"

(Agenzia Vista) Venezia, 23 febbraio 2020 Coronavirus, Zaia: "Ordinanza per sospensione manifestazioni e chiusura scuole fino al primo marzo" Il governatore del Veneto Zaia su Facebook: "Finita la riunione della task force del Veneto in collegamento nazionale con il Capo della Protezione Civile Nazionale Angelo Borrelli e il Ministro Roberto Speranza." Fonte Facebook Luca Zaia Fonte: Agenzia ...

 
Video Antartide: temperature record, superati 20 gradi. Il filmato del paesaggio senza neve fa il giro del mondo
Il caso

Video Antartide: temperature record, superati 20 gradi. Il filmato del paesaggio senza neve fa il giro del mondo

In Antartide superati i 20 gradi. Temperature record che stanno totalmente modificando il paesaggio. Lo scienziato brasiliano, Carlos Schaefer, nella stazione di monitoraggio di Seymour Island ha registrato ben 20,75°C. I suoi colleghi dell’Istituto cileno antartico hanno filmato un paesaggio senza neve. Il video che proponiamo è stato pubblicato dal quotidiano spagnolo online El Pais. Gli ...

 
Video Coronavirus, la paura di Michelle Hunziker: "Non riesco a dormire. Da mamma sono molto preoccupata"

Social

Video Coronavirus, Michelle Hunziker: "Da mamma sono molto preoccupata"

Le notizie dall'Italia sul Coronavirus preoccupano Michele Hunziker, alle Maldive per un periodo di relax ma al tempo stesso anche per uno shooting "fatto in casa". La ...

23.02.2020

Allarme Coronavirus, Elettra Lamborghini annulla tappe dell'instore tour: "Pensiamo alla salute dei fan"

Epidemia

Coronavirus, Elettra Lamborghini annulla tappe dell'instore tour

L'allarme Coronavirus spinge anche Elettra Lamborghini a cambiare i suoi programmi. La regina del twerking annulla due date del suo instore tour. Oggi, 23 febbraio, la ...

23.02.2020

Live - Non è la d'Urso, Coronavirus: l'annuncio di Barbara per la puntata di stasera domenica 23 febbraio

Televisione

Live - Non è la d'Urso, Coronavirus: l'annuncio di Barbara per la puntata di stasera domenica 23 febbraio

Live - Non è la d'Urso, stasera domenica 23 febbraio 2020, sarà condizionata dall'allerta Coronavirus. La notizia viene data direttamente dalla conduttrice, Barbara d'Urso, ...

23.02.2020