Parole nuove sull’immigrazione africana

Parole nuove sull’immigrazione africana

02.09.2019 - 12:00

0

Contrariamente a quanto sostenuto da più parti, il futuro sbocco demografico dell’Africa non è l’Europa. A smentire le fosche previsioni di un prossimo gigantesco travaso di esseri umani dalla povera e giovane Africa al ricco e Vecchio continente, è il politologo Achille Mbembe docente all’Università sudafricana di Witwatersand. Che dalle colonne dell’ultimo numero dell’autorevole rivista francese Le Débat (edizioni Gallimard), ha avanzato una tesi-shock, destinata a far storcere il naso a molti. Perché a suo avviso l’Africa ha le carte in regola per garantire lavoro e condizioni di vita dignitose ai suoi abitanti, anche nel caso in cui, come indicato da più parti, dovessero raddoppiare entro il 2050 rappresentando il 22% della popolazione mondiale. Sì, ma come?

Creando uno spazio di libera circolazione delle persone al suo interno. Una sorta di Schengen in versione africana capace di intensificare la mobilità, i collegamenti e l’interscambio tra Stati e regioni, smantellando il retaggio coloniale di quelle frontiere stabilite in passato, a proprio uso e abuso, dagli occupanti europei e riconosciute nel 1963 dall’Organizzazione dell’Unità Africana (OUA).

Si tratterebbe dell’ultimo stadio del processo di decolonizzazione iniziato con la fine della Seconda Guerra Mondiale, ma ancora oggi incompiuto. Per realizzarlo, suggerisce Achille Mbembe, serve un mix di riforme politiche ed economiche. Dall’introduzione di un visto Schengen-Africa a un robusto piano di investimenti pubblici, soprattutto nel settore delle infrastrutture (autostrade, ferrovie, aeroporti, etc.), necessarie per liberalizzare e accelerare lo scambio di merci e persone all’interno di un continente che, in questo modo, sia pur in ritardo, prenderebbe il treno della globalizzazione.

Wishful thinking, si dirà. Fino a certo punto. Non foss’altro perché un primo passo in questo non semplice cammino è stato registrato lo scorso 7 luglio a Niamey, in Niger, con la firma dello storico accordo di libero scambio (AFCFTA) tra gli stati africani. Di tutto questo la Cina ha piena contezza, tanto è vero che dal 2001 investe decine di miliardi in Africa. Mentre l’Europa, e specialmente l’Italia, impegnata in una lunga e sterile battaglia tra amici e nemici dell’immigrazione, porti aperti e porti chiusi, sì o no alle ONG, nicchia, perdendo di vista che a un passo da casa si sta giocando una delle più importanti partite (insieme a quella asiatica) per stabilire i nuovi equilibri geopolitici globali.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, aumentano i contagi in Italia, stop a lezioni ed eventi al nord INFOGRAFICA

Coronavirus, aumentano i contagi in Italia, stop a lezioni ed eventi al nord INFOGRAFICA

(Agenzia Vista) Roma, 23 febbraio 2020 INFOGRAFICA Coronavirus, aumentano i contagi in Italia, stop a lezioni ed eventi al nord INFOGRAFICA Aumentano i contagi da Coronavirus in Italia. Al momento (23 febbraio ore 16:00) sono 132 i casi di positività: 89 casi in Lombardia, 24 in Veneto, 9 in Emilia-Romagna, 6 in Piemonte e 2 nel Lazio (i due casi dello Spallanzani): 54 sono i ricoverati negli ...

 
Coronavirus, Fontana: "Disposta chiusura di tutte le scuole lombarde e di luoghi di aggregazione"

Coronavirus, Fontana: "Disposta chiusura di tutte le scuole lombarde e di luoghi di aggregazione"

(Agenzia Vista) Milano, 23 febbraio 2020 Coronavirus, Fontana: "Disposta chiusura di tutte le scuole lombarde e di luoghi di aggregazione" "Disposta chiusura di tutte le scuole lombarde e di luoghi di aggregazione". Così il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, intervenuto in conferenza stampa dalla sede della Regione per aggiornamenti sui provvedimenti da adottare per fronteggiare ...

 
Video Coronavirus, la paura di Michelle Hunziker: "Non riesco a dormire. Da mamma sono molto preoccupata"
Social

Video Coronavirus, Michelle Hunziker: "Da mamma sono molto preoccupata"

Le notizie dall'Italia sul Coronavirus preoccupano Michele Hunziker, alle Maldive per un periodo di relax ma al tempo stesso anche per uno shooting "fatto in casa". La showgirl e modella fatica a prendere sonno ed affida a un messaggio Instagram tutte le sue paure di mamma e non solo. "E' l'una e mezza - dice - ma sto facendo un po' fatica a dormire perché le brutte notizie di oggi hanno ...

 
Video Coronavirus, la paura di Michelle Hunziker: "Non riesco a dormire. Da mamma sono molto preoccupata"

Social

Video Coronavirus, Michelle Hunziker: "Da mamma sono molto preoccupata"

Le notizie dall'Italia sul Coronavirus preoccupano Michele Hunziker, alle Maldive per un periodo di relax ma al tempo stesso anche per uno shooting "fatto in casa". La ...

23.02.2020

Allarme Coronavirus, Elettra Lamborghini annulla tappe dell'instore tour: "Pensiamo alla salute dei fan"

Epidemia

Coronavirus, Elettra Lamborghini annulla tappe dell'instore tour

L'allarme Coronavirus spinge anche Elettra Lamborghini a cambiare i suoi programmi. La regina del twerking annulla due date del suo instore tour. Oggi, 23 febbraio, la ...

23.02.2020

Live - Non è la d'Urso, Coronavirus: l'annuncio di Barbara per la puntata di stasera domenica 23 febbraio

Televisione

Live - Non è la d'Urso, Coronavirus: l'annuncio di Barbara per la puntata di stasera domenica 23 febbraio

Live - Non è la d'Urso, stasera domenica 23 febbraio 2020, sarà condizionata dall'allerta Coronavirus. La notizia viene data direttamente dalla conduttrice, Barbara d'Urso, ...

23.02.2020