Anche negli USA la giustizia rallenta le espulsioni

Anche negli USA la giustizia rallenta le espulsioni

01.08.2019 - 00:00

0

Sarà ancora la lotta all’immigrazione clandestina il leitmotiv della campagna elettorale di Trump per la rielezione nel 2020. Lo si è capito 10 giorni fa quando con un ordine esecutivo ha concesso all’ICE, l’Agenzia federale responsabile del controllo delle frontiere e dell’immigrazione, poteri illimitati nella cattura e espulsione di clandestini. Non solo e non più quelli fermati al confine. Da oggi a rischio deportazione sono tutti gli oltre 10 milioni di immigrati illegali che si trovano nel Paese, anche da decenni.

All’apparenza sembra una vittoria della dottrina-Trump, ma a ben guardare forse non è proprio così. Secondo un’analisi di Politico e The Marshall Project l’arretrato giudiziario, nell’ultimo anno, è cresciuto molto più rapidamente rispetto agli arrivi di migranti. Giudici e avvocati concordano nel riconoscere come le mosse dell’amministrazione, pensate per accelerare l’iter delle espulsioni, abbiano invece prodotto l’effetto contrario. Con il risultato di aver rallentato la macchina della giustizia e mandato in tilt l’intero sistema. Negli ultimi tre anni l’arretrato è aumentato del 68%. E così oggi nei tribunali più grandi, come New York, Los Angeles e Houston, le udienze per decidere se un immigrato illegale che si trova in stato di fermo vada o meno espulso, non vengono fissate prima del 2023. Mentre per la conclusione di tutto il procedimento giudiziario si calcola un tempo medio di 10 anni. Anche con il nuovo ordine esecutivo della Casa Bianca, che rischia però di essere bloccato dai ricorsi già annunciati dalle associazioni per la difesa dei diritti umani, ci vorrebbero comunque anni per smaltire tutto l’arretrato. Anche perché l’ex procuratore generale Jeff Sessions subito dopo la sua investitura ha imposto ai giudici, che non sono indipendenti ma rispondono al Dipartimento della Giustizia, di esaminare tutti casi legati all’immigrazione clandestina e di non procedere più alle sospensioni dei casi meno gravi. Un’analisi delle cifre del Dipartimento di Giustizia mostra che gli ordini dell’amministrazione sono stati seguiti: negli ultimi due anni l’uso delle sospensioni è crollato.

Ora i pubblici ministeri sono incaricati di perseguire ogni espulsione e i giudici non hanno altra scelta che procedere con tutti i casi. Ma c’è di più, la disposizione emanata da Sessions si applica anche ai 330.000 casi precedentemente chiusi. E che quindi sono stati riaperti. Inutile anche l’assunzione di nuovi giudici dell’immigrazione. Dall’elezione di Trump nel 2016 l’arretrato peggiora di anno in anno, e a giugno i casi in attesa di giudizio hanno raggiunto il record storico di 877mila.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mes, scontro tra Borghi (Lega) e Sensi (Pd): "Se vuole interrogare Caracciolo lo faccia al Bar"

Mes, scontro tra Borghi (Lega) e Sensi (Pd): "Se vuole interrogare Caracciolo lo faccia al Bar"

(Agenzia Vista) Roma, 10 dicembre 2019 Mes, scontro tra Borghi (Lega) e Sensi (Pd): "Se vuole interrogare Caracciolo lo faccia al Bar" Scontro durante l’audizione di Lucio Barra Caracciolo (giurista ed ex sottosegretario agli Affari europei nel Governo Conte 1) in commissione Bilancio a Montecitorio. Il deputato dem Filippo Sensi chiede a Barra Caracciolo di rispondere in merito a delle ...

 
Filippine, Bono Vox contro Duterte a difesa dei diritti umani

Filippine, Bono Vox contro Duterte a difesa dei diritti umani

Roma, 10 dic. (askanews) - Non ci possono essere compromessi quando si tratta di diritti umani. Questo il messaggio lanciato dal frontman degli U2 Bono Vox in occasione del primo concerto del rocker a Manila nelle Filippine. Un messaggio diretto al presidente Rodrigo Duterte che da quando è salito al potere nel 2016 ha messo in atto una guerra alla droga che ha portato all'uccisione di migliaia ...

 
Evasione, Boccia (Confindustria): "Confisca preventiva mette ansia al mondo dell'economia"

Evasione, Boccia (Confindustria): "Confisca preventiva mette ansia al mondo dell'economia"

(Agenzia Vista) Roma, 10 dicembre 2019 Evasione, Boccia (Confindustria): "Confisca preventiva mette ansia al mondo dell'economia" "Confisca preventiva mette ansia al mondo dell'economia". Così il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, intervenuto dal palco della seconda giornata del Rome Investment Forum 2019 presso le Scuderie di Palazzo Altieri. /courtesy Youtube www.FASI.biz Fonte: ...

 
Roma, lavoratori ex-Ilva in piazza: "No esuberi, andremo avanti"

Roma, lavoratori ex-Ilva in piazza: "No esuberi, andremo avanti"

Roma, 10 dic. (askanews) - Migliaia di lavoratori sono scesi in piazza a Roma, a Santissimi Apostoli, per protestare contro gli esuberi annunciati da ArcerlorMittal. Fra loro almeno mille sono arrivati dall'ex Ilva di Taranto, ma anche da Genova e Racconigi. Il ritrovo della manifestazione organizzata da Cgil, Cisl e Uil. Chiedono esuberi zero, rigettano il nuovo piano industriale proposto da ...

 
Luci in 3D e concerto con 600 bambini in Piazza del Campo

IL CASO

Luci in 3D e concerto con 600 bambini in Piazza del Campo

Sabato 14 dicembre 2019, alle ore 18, la luce sarà protagonista di effetti 3D sul Palazzo Comunale in Piazza del Campo. Il tema, come accaduto già in Piazza Matteotti, sarà ...

10.12.2019

"Franci", Festival finale di stagione con il concerto ai Rozzi

APPUNTAMENTO

"Franci", Festival finale di stagione con il concerto ai Rozzi

La stagione 2019 "Franci Festival four seasons" si chiude venerdì 13 dicembre sul palco dei Rozzi con l’ultimo concerto della rassegna di musica da camera del Conservatorio ...

10.12.2019

Belen Rodriguez si confessa: "So baciare benissmo. Il bacio è il mio punto forte e ci tengo" Il video

L'intervista

Video Belen si confessa: "So baciare benissmo. Il bacio è il mio punto forte"

"So baciare benissimo. Il mio punto forte è il bacio. E ci tengo tanto". Parola di Belen Rodriguez che si confessa in una Witty Skills su wittytv, la web tv che raccoglie ...

10.12.2019