Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Morta a 19 anni, l'ultima foto con l'amico. Sparito cellulare. Autopsia

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Ecco l'ultima foto di Sara, 19 anni, trovata morta nuda nella camera di un appartamento di Cesa (Marciano della Chiana) forse uccisa da una overdose di droga e farmaci (trovati antidepressivi). Nel selfie postato su facebook giovedì 9 marzo, la ragazza di Sansepolcro è insieme ad un amico, forse uno degli spacciatori magrebini di Arezzo che si sono fuggiti e si sono resi irreperibili. I carabinieri li cercano. Ventiquattro ore dopo la diciannovenne è morta.  Oggi, lunedì 13 marzo, l'autopsia sul corpo di Sara Smahi e l'esame tossicologico dovranno dare risposte sulle cause della morte, sull'esatto orario, su eventuali rapporti sessuali, sulla presenza di lesioni (che a prima vista non c'erano), su tracce di dna. Il pm Angela Masiello indaga, per ora contro ignoti, per omicidio preterintenzionale e spaccio di droga.  E' sparito il telefono cellulare di Sara. Nell'appartamento dove è stata trovata cadavere sabato mattina, non c'era. E' stato fatto sparire. Indagini sui tabulati dell'utenza cellulare della ragazza e degli amici tunisini. La ragazza, tossicodipendente, nei giorni precedenti si era allontanata dalla comunità di recupero Ceis di Città di Castello, nonostante gli inviti a rimanere degli operatori. SERVIZI COMPLETI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA DEL 13 MARZO 2017