Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lite di condominio finisce in rissa, tre arresti

default_image

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Dalle parole ai fatti il passo è stato breve e così una banale lite di condominio si è trasformata in una vera resa dei conti senza esclusione di colpi. E pensare che a scatenare la rissa è stata una discussione legata al giardino. In tre, tra cui padre e figlio, in manette. Alla sala operativa dei carabinieri arriva una richiesta di intervento girata alla pattuglia del radiomobile di Poggibonsi che in pochi minuti raggiunge la località Bibbiano nel comune di Colle Val d'Elsa. Al loro arrivo trovano tre persone, padre e figlio e un altro condomino, che si affrontano. Non solo il più giovane, P.C. di 18 anni, impugnava una roncola mentre si scagliava contro l'altro uomo in aiuto del padre. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri infatti la lite avrebbe visto coinvolto inizialmente C.C. di 60 anni e C.V. di 40, entrambi dello stesso condominio. Oggetto del contendere il taglio dell'erba. Come purtroppo spesso accade vecchie ruggini e incomprensioni mai risolte sono venute improvvisamente a galla scatenando una reazione violenta. Dalle offese si è presto passati alle mani con C.V. che avrebbe colpito con un pugno all'occhio C.C., procurando una ferita guaribile in cinque giorni. E' a questo punto che sarebbe intervenuto il figlio diciottenne in aiuto del padre. Il ragazzo ha afffrontato l'uomo con una roncola in mano e proprio con questa lo ha ferito a un braccio. Medicato in ospedale C.V. la prognosi per lui è stata di sette giorni. I carabinieri hanno arrestato tutti e tre per rissa, lesioni personali e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.