Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Chi è Alex Zanardi. Il personaggio: dalla F1 all'incidente in cui perse le gambe, ai trionfi a Londra e Rio

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Alex Zanardi, 53 anni,  è un pilota automobilistico, paraciclista e conduttore televisivo. Originario di Bologna, nel 1991 fa il suo esordio in Formula 1 al Gp di Spagna con la Jordan. Poi guida Minardi, Lotus e infine la grande occasione con la Williams (per un totale di 44 gran premi). Poi il passaggio alle corse americane, il Champ Cart, in cui si laurea campione nel 1997 e nel 1998. Nel 2001 l'incidente sul circuito di Lausitzring: a tredici giri dalla fine, dopo aver compiuto la sua ultima sosta, uscendo dai box, dopo aver tolto il limitatore di giri, Zanardi perse improvvisamente il controllo della vettura (pare per la presenza di acqua e olio sulla traiettoria di uscita) e, dopo un testacoda, si intraversò lungo la pista, mentre sulla stessa linea sopraggiungevano ad alta velocità Patrick Carpentier e Alex Tagliani. Il primo riuscì a evitare lo scontro, il secondo no e l'impatto fu violentissimo: la vettura di Tagliani colpì perpendicolarmente la vettura del pilota bolognese all'altezza del muso, dove erano alloggiate le gambe, spezzando in due la Reynard Honda di Zanardi. Lo schianto aveva provocato, di fatto, l'istantanea amputazione di entrambi gli arti inferiori. Rimase in coma farmacologico per circa quattro giorni all'ospedale di Berlino e dopo sei settimane ricoevero  e una quindicina di operazioni Zanardi riuscì a tornare a casa. Il lungo processo di riabilitazione lo portò a tornare comunque alle gare e riuscì a vincere  il Campionato Italiano Superturismo. Diventato, anche grazie alla sua positività un punto di riferimento per gli atleti disabili,  nel paraciclismo conquista quattro medaglie d'oro ai Giochi paralimpici di Londra 2012 e Rio 2016, e otto titoli ai campionati mondiali su strada.