Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Robur Siena, ancora assenze. Ma mister Guido Pagliuca può affidarsi alla rosa lunga

Esplora:
guido pagliuca robur siena 

Vincenzo Battaglia
  • a
  • a
  • a

Il giudice sportivo ha confermato la giornata di squalifica di una giornata inflitta a Silvestri e Buglio, che i due giocatori sconteranno nella trasferta di Alessandria di domenica prossima. Il Siena dovrà quindi ufficialmente fare a meno di due dei suoi titolari in una partita che sarà molto importante per voltare pagina dopo il ko contro la Lucchese. Il loro posto in squadra sarà preso con ogni probabilità rispettivamente da Riccardi e da Castorani, di rientro proprio da una squalifica. I bianconeri non dovranno quindi preoccuparsi troppo delle assenze, anche perché la rosa è ampia, una profondità frutto degli straordinari investimenti fatti dalla società durante l’estate. Secondo quanto riporta un’inchiesta della Gazzetta dello Sport, infatti il Siena ha il quarto monte ingaggi di tutto il girone B, pari a quasi tre milioni e mezzo di euro, e si pone alle spalle solo delle corazzate Virtus Entella, Reggiana e Cesena. 

 

 


Il Siena potrà quindi concentrarsi solo sull’impegno di domenica, che potrebbe essere molto insidioso. L’Alessandria in realtà sta vivendo un periodo particolarmente tribolato a causa di alcune vicissitudini societarie. I grigi lo scorso anno militavano in Serie B e solo due stagioni fa avevano centrato una straordinaria promozione vincendo la finale playoff. Rispetto ad allora la situazione però è completamente diversa, al punto che il club ha rischiato seriamente di non iscriversi in Lega Pro durante l’estate e la proprietà sembra davvero vicina all’addio.  Vista la situazione, fin dalle griglie di presentazione del campionato era dato per scontato che i grigi, pur provenendo dalla serie cadetta, avrebbero lottato per la salvezza e infatti per ora si trovano in zona playout. Tuttavia non sono un avversario da sottovalutare anche perché fino ad ora sono stati in grado di portare a casa alcuni risultati pesanti come la vittoria ottenuta proprio sul campo della Lucchese oppure quella contro la Carrarese di inizio campionato: la Robur non deve abbassare la guardia. 

 

 


Nel frattempo, c’è stata una riorganizzazione dei vertici del settore giovanile della società bianconera. Marco Di Chio, già club manager della società, è stato nominato dal presidente Emiliano Montanari nuovo coordinatore tecnico delle giovanili bianconere. Di Chio prende il posto di Alessio Ferroni, di cui era stato vice fino ad oggi, il quale invece diventa il primo collaboratore del direttore sportivo Ernesto Salvini. Infine, Paolo Mezzedimi ricoprirà invece il ruolo di coordinatore organizzativo.