Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Strade Bianche 2022 a Siena: l'altimetria, gli orari, la diretta tv e i favoriti

  • a
  • a
  • a

Conto alla rovescia per la Strade Bianche, la corsa di ciclismo che si disputa sugli sterrati di Siena per concludersi poi in Pizza del Campo. Una corsa già diventata iconica, giunta alla sedicesima edizione, primo appuntamento di spessore del calendario World Tour. L'appuntamento è per domani, 5 marzo 2022, con partenza prevista alle 11.45 (diretta televisiva dalle 13.30, qui la cronotabella con tutti i passaggi).

 

 

Si tratta di una corsa di 184 chilometri, dalla zona dello stadio fino a Piazza del Campo, con 63 chilometri di sterrato destinati praticamente a far esplodere la corsa, in particolare se il maltempo si abbatterà sulla corsa (le previsioni danno pioggia). Sono undici i settori di sterrato, il primo dopo appena diciotto chilometri dalla partenza presso la Fortezza Medicea di Siena. Seguono quello di Bagnaia (con annessa salita di due km al 10%), quelli di Radi e La Plana, poi Lucignano d'Asso (quasi 12 chilometri) e Pieve a Salti, entrambi molto tecnici tra saliscendi e curve. Puntando verso Monteroni d'Arbia ecco il settimo settore di sterrato, quello di San Martino di Grania che attraversa le Crete Senesi per circa 9 chilometri quasi tutti in salita. Quindi il primo punto chiave della corsa, il temuto settore di Monte Sante Marie: 11,5 chilometri di sterrato che, quando mancano 50 chilometri dall'arrivo, potranno fare la differenza. Da qui in avanti non ci sarà un momento di respiro, per un continuo saliscendi che vedrà i ciclisti affrontare lo sterrato di Monteaperti (-23 km alla conclusione), quello di Colle Pinzuto (salita al 15%) e infine l'ultimo a Le Tolfe (poco più di un chilometro ma al 18%). A questo punto mancheranno dodici chilometri all'arrivo e i ciclisti punteranno il centro storico senese con l’ultima difficoltà che è rappresentata dal terribile strappo in lastricato di via Santa Caterina.

 

 

Assente il campione uscente, l'olandese Mathieu Van der Poel, non ci sarà neanche il belga Wout Van Aert. I pronostici allora sono tutti per lo sloveno Tadej Pogacar - reduce dal trionfo all'Uae Tour - con il francese Julian Alaphilippe, campione del mondo su strada in carica, chiamato ad essere l'antagonista principale. Da tenere d'occhio anche il britannico Thomas Pidcock, campione mondiale di ciclocross. Diretta tv per abbonati su Eurosport 1 dalle 13.30, in chiaro invece su Raisport dalle 14.30 (in streaming su Raiplay, Discovery ed Eurosport Player).