Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Robur Siena, Maddaloni nuovo allenatore. Con l'ex vice di Lippi in Cina arriva anche Rampulla

  • a
  • a
  • a

E’ ufficiale, Massimiliano Maddaloni è il nuovo allenatore della Robur. Una scelta a sorpresa, praticamente impossibile da pronosticare perfino nelle ore successive alla sfida contro il Pescara. Mentre nei giorni seguenti alla sconfitta di Viterbo erano circolati i nomi di Toscano e Vivarini, la società bianconera lavorava in gran segreto per portare a Siena un tecnico che non ha mai avuto ruoli di primo piano ma che può comunque vantare una carriera di tutto rispetto. 

 


Napoletano, classe 1966, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo ad appena 26 anni, Maddaloni ha cominciato la sua carriera da allenatore tra l'Eccellenza e la serie D sulla panchina di alcune squadre toscane, come il Viareggio e il Cecina. Nella stagione 2008/2009 arrivò la chiamata della Juventus Primavera, la prima grande occasione per mettersi in mostra nel grande calcio. Maddaloni non fallì e riuscì a vincere il Torneo di Viareggio. La buona annata alla guida del settore giovanile juventino gli valse la promozione in prima squadra per la stagione 2009/2010, in qualità di vice allenatore di Ciro Ferrara. Tuttavia, un avvio di campionato al di sotto delle aspettative portò all'esonero di quest’ultimo nel giro di pochi mesi e Maddaloni ripartì, due anni dopo, dal Carpi in serie C, ma anche questa esperienza terminò nel peggiore dei modi dopo sole otto giornate.  E’ proprio in seguito a questa duplice delusione che inizia la collaborazione con Marcello Lippi: nel 2012 Maddaloni diventò il suo braccio destro in Cina al Guangzhou ed insieme vinsero tre campionati cinesi, una Coppa della Cina e una Champions League asiatica. Dopo una doppia breve parentesi come vice di Fabio Cannavaro sempre al Guangzhou e al Wuhan Zall di nuovo con Ferrara, Maddaloni fu il secondo di Lippi nella nazionale cinese, dal 2016 al 2019, e guidò anche la selezione under-23 alla Coppa d'Asia di categoria. Sempre nel 2019 vinse il Premio Maestrelli e fu ingaggiato ancora in Cina, dallo Shenzhen, come vice di Roberto Donadoni.

 


E’ evidente che nel corso della sua carriera Maddaloni non ha mai guidato una squadra di una piazza importante come Siena, tuttavia ha collaborato con allenatori di livello assoluto in contesti spesso vincenti. I tifosi bianconeri non possono che essere sorpresi dal suo arrivo, ma devono avere fiducia in Giorgio Perinetti, uno che in fatto di allenatori ci ha sempre visto lungo. A mezzogiorno Maddaloni sarà presentato alla stampa e nel pomeriggio dirigerà il primo allenamento a Castellina Scalo. Il suo vice sarà l’ex portiere Michelangelo Rampulla.