Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tristan Vukcevic da Siena al top europeo col sogno Nba

  • a
  • a
  • a

Tra i “figli di Siena” che si fanno onore nel grande e grandissimo basket, in questo momento la ribalta è tutta per Nico Mannion, erede di Pace Mannion e venuto alla luce alle Scotte quando il padre giocava nella Virtus, in B Eccellenza. Italiano di passaporto e già nel giro della Nazionale azzurra, all’ultimo draft Nba è stato scelto dai Golden State Warriors, ha fatto la gavetta nella franchigia satellite Santa Cruz Warriors ed è stato talmente convincente da essere ben presto richiamato in prima squadra, dove sta mettendo in luce tutto il suo talento di fenomeno 20enne.

 


In Europa, però, c’è un altro ragazzo che sulla carta di identità ha scritto Siena e il cui nome fa sicuramente balzare il cuore in petto agli appassionati di grande pallacanestro: Tristan Vukcevic. Babbo Dusan, dal 2002 al 2004, è stato uno dei pilastri della Mens Sana del primo scudetto e delle Final 4 di Euroleague a Tel Aviv. In questa sua parentesi biennale in biancoverde, l’11 marzo 2003 ha festeggiato l’arrivo di Tristan, che proprio per questo è in possesso del passaporto italiano (per nascita), oltre a quelli serbo e greco (eredità del padre) e svedese (per la madre). A breve, potrebbe anche arrivarne uno spagnolo, visto che è una delle stelle del Real Madrid, e non con un ruolo da comprimario.

 

 

A 18 anni appena compiuti, Vukcevic junior ha contribuito alla vittoria dei blancos nel Clasico contro il Barcellona di domenica 11 aprile (85-87 in casa dei blaugrana) con 11 punti (0/2 da 2, 3/5 da 3, 2/2 ai liberi) e 4 rimbalzi in 21 minuti nella mischia. Tifosi delle merengues in delirio e Dusan orgoglioso del giovane senese di casa, che ha onorato la camiseta che lui stesso ha indossato prima di rispondere sì alla chiamata di viale Sclavo. Neanche a farlo apposta, Tristan sta già attirando le attenzioni della Nba.