Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ego Siena torna a giocare in viale Sclavo

  • a
  • a
  • a

Si è risolta con l'auspicato lieto fine la questione che ha visto la Ego handball Siena e la Polisportiva Mens Sana su posizioni talmente opposte da arrivare alla chiusura delle porte del palasport di viale Sclavo agli atleti della pallamano per gli allenamenti e le partite. Incomprensioni reciproche avevano portato, durante la sosta del campionato di serie A, alla frattura, che però è stata ricucita grazie alla buona volontà delle due parti in causa e a un invito dell'assessore comunale allo sport Paolo Benini. Le dirigenze biancoverde e bianconera si sono confrontate, hanno chiarito le rispettive posizioni e richieste, si sono venute incontro e hanno raggiunto un accordo per il proseguimento della stagione 2020/21 al Palaestra. Individuato il punto di collaborazione, la Ego potrà tornare ad allenarsi nell'impianto "amico" da lunedì 29 marzo.

 

 

Nel frattempo, però, i ragazzi di coach Dumnic, mercoledì 24 marzo, sono stati costretti a trasferirsi a Borgo San Lorenzo per poter affrontare il match casalingo contro Fondi, senza Marrochi (definitivamente passato in Francia) e con allenamenti in sedi di fortuna. Ne è uscita una sconfitta (la quarta di fila in campionato, quinta se si aggiunge quella al primo turno alle Final 8 di Coppa Italia) che rischia di compromettere forse irrimediabilmente il sogno di lottare per lo scudetto. Quanto possa aver influito la situazione di incertezza vissuta alla vigilia, non è dato saperlo né ipotizzarlo. Certo è che, dopo una partenza entusiasmante, il calo è apparso evidente già in chiusura di primo tempo, per diventare fatale nella ripresa. La classifica del massimo campionato vede Conversano in fuga a 33 punti, a seguire Sassari (26), Bolzano (24), poi Siena e Pressano a 22, Brixen Merano e Cassano a 21, Fasano a 18, Trieste a 14, Eppan a 13 e Fasano che, con il colpo corsaro in Toscana, si è momentaneamente tirato fuori dai guai (12). In zona retrocessione Cingoli e Albatro (11) con Molteno a chiudere con 7.

 

 

Siena è adesso attesa da un doppio turno esterno: il 27 marzo a Siracusa con il pericolante Albatro e poi il 3 aprile lo scontro diretto con Cassano Magnago. Il 7 aprile, infine, il ritorno a casa contro Eppan. In viale Sclavo, questa volta.