Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ego Siena saluta la sua stella Pablo Marrochi

  • a
  • a
  • a

La Ego Handball Siena saluta Pablo Marrochi. Il giocatore, una delle punte di diamante della formazione bianconera, ha ricevuto un’offerta da parte di uno dei più importanti club europei, l’Istres Provence, e ne ha parlato con la dirigenza. Entrambe le parti hanno convenuto che tale proposta sia un’opportunità irrinunciabile per la carriera del campione, quindi i vertici non hanno potuto fare altro che assecondare la sua decisione, concedendogli la possibilità di giocarsi questa importante carta per il proseguimento del suo percorso professionale. 

 


“Chiamate del genere non arrivano tutti i giorni – spiega il presidente Marco Santandrea – e, anche se a malincuore, abbiamo deciso di comune accordo di concedere a Pablo questa opportunità. La società non può che ringraziarlo per l’impegno e la serietà che ha dimostrato in questi mesi, augurandogli i più importanti successi sportivi e di crescita”.

Lo stesso Pablo Marrochi, nel congedarsi, dice: "Ringrazio la società per avermi concesso la possibilità di vestire la maglia della Ego in questi mesi. Con la squadra e lo staff ho condiviso momenti importanti in questa stagione e porterò sempre con me un bel ricordo di Siena. Il presidente ha compreso l’importanza di questa occasione e mi ha concesso di giocarmi questa opportunità. Gliene sarò sempre grato”.

 

 

La Ego, che non scende in campo per il campionato dal 6 febbraio (e in competizioni ufficiali dal 12 febbraio, quarti di finale di Coppa Italia), è attualmente terza in serie A con 22 punti, dietro alla capolista Conversano (31) e a Sassari (26). Sabato  20 marzo riprenderà il suo cammino da Merano, mentre mercoledì 24 ospiterà Fondi con il grosso punto interrogativo di quale sarà il campo amico, vista la recente frattura con la Polisportiva Mens Sana che ha chiuso le porte del palasport di viale Sclavo. Il cammino, fino a ora, ha visto la conquista di 11 punti interni e altrettanti esterni, specialità questa che la colloca ai vertici della speciale graduatoria delle formazioni corsare: lontano da casa, hanno saputo fare meglio solo Conversano (13) e Sassari (12), mentre Brixen è a quota 11 come i senesi.