Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Strade Bianche, Van der Poel vince a Siena. Sul podio Alaphilippe e Bernal

  • a
  • a
  • a

Trionfo di Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix) nella quindicesima edizione della Strade Bianche. La classica di ciclismo che si corre sullo sterrato e arriva in Piazza del Campo a Siena ha visto un bellissimo finale con l'olandese che nello strappo finale, entrando nell'acropoli senese, ha staccato il francese campione del mondo in carica Julian Alaphilippe (Deceuninck - Quick-Step) e il colombiano Egan Bernal (Ineos), vincitore del Tour de France 2019. 

 

 

 

La corsa si accende a una cinquantina di chilometri dalla fine ma è sul Colle Pinzuto che si fanno i giochi. Al comando sono in sette - Van Aert, Alaphilippe, Van der Poel, Bernal, Pidcock, Gogl e Pogacar - ed è l’iridato, che già sul Monte Sante Marie aveva dato un primo strappo alla corsa, il primo che cerca di sparigliare le carte. La sua accelerata fa un’ulteriore selezione, con Van Aert e Pogacar che vanno in difficoltà. Là davanti restano così, assieme al francese campione del mondo, Bernal e Van der Poel. E proprio quest’ultimo prova ad andarsene ai -12 ma senza successo. Si va verso un arrivo a tre, nonostante un nuovo tentativo di allungo dell’olandese. Che però ci riprova sullo strappo di via Santa Caterina e questo è l’attacco decisivo, con Alaphilippe staccato di 5"e Bernal di 20", poi via via tutti gli altri.

 

 

"Sono davvero felice di vincere qui. Sentivo di avere delle gambe abbastanza buone e sono riuscito ad attaccare dove ho voluto" esulta Van der Poel al traguardo. Ma è stata l’ultima progressione a fare la differenza: "Nell’ultimo attacco ho dato tutto quello che avevo" ha spiegato il campione olandese che inizia a riempire la sua bacheca personale delle corse su strada, quattro volte campione del mondo di ciclocross, avendo già vinto l'Amstel Gold Race (2019), il Giro delle Fiandre (2020) e ora la Strade Bianche.