Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Pianese retrocede in D, la furia del dg Vagaggini: "Calciatori vergognosi, senza anima e cuore"

  • a
  • a
  • a

Retrocessione amarissima per la Pianese, che contro la Pergolettese a Piacenza, nel ritorno della doppia sfida play out (dopo lo 0-0 dell'andata), doveva solo vincere per restare in serie C.

Fino al 67' l'impresa sembrava saldamente alla portata, con le zebrette in vantaggio per 3-1 e i padroni di casa ridotti in 10. A quel punto, però, è successo il patatrac: due gol incassati tra il 68' e il 77' hanno condannato la formazione del presidente Sani al ritorno immediato in D al termine di un'annata storica, ma tormentata dall'assenza dello stadio di casa, che ha costretto a trasferirsi a Grosseto per ogni match interno.

 

 

A fine partita, con il verdetto ormai emesso, il direttore generale della Pianese Renato Vagaggini è esploso: "La delusione è tanta, era una partita vinta. Sicuramente qualche giocatore è entrato in partita in modo vergognoso. Se questi sono giocatori da serie C, allora Damiano Rinaldini, che ho preso io dall’Eccellenza, dovrebbe giocare in A. Ho visto gente viziata arrivata da società di serie A e B ma senza anima né cuore. Era impossibile non vincere questa partita, invece qualcuno ha fatto di tutto per far pareggiare una squadra che era già morta. Siamo venuti dalla serie D e ci torniamo, ma certi elementi e i loro procuratori non dovrebbero nemmeno presentarsi a prendere lo stipendio di questo mese”.