Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Con Piombino ci saranno più motivazioni"

Coach Mecacci e Alex Ranuzzi parlano dell'avversaria che la Mens Sana troverà nei quarti di finale play off

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

La Mens Sana, malgrado la sconfitta troppo brutta per essere vera rimediata nell'ultima giornata di regular season sul terreno della Sangiorgese, ha chiuso al primo posto e vivrà i play off potendo contare sul vantaggio del fattore campo. Ai quarti di finale se la vedrà con Piombino (vedere qui), un'avversaria che non passa inosservata contro cui la Gecom ha debuttato in B (vedere qui) ma ha anche rimediato l'unica sconfitta interna di tutto il campionato (vedere qui). “E' una delle squadre con cui abbiamo un conto in sospeso - ruggisce Alex Ranuzzi al pensiero degli imminenti faccia a faccia con i tirrenici - quindi dobbiamo essere ancora più cattivi rispetto a come saremmo con altri avversari. Sappiamo che quelli del Golfo verranno con il coltello tra i denti e con niente da perdere, ma noi ci faremo trovare pronti”. Il coach Matteo Mecacci la pensa nella stessa maniera: "Sono contento. Non c'è bisogno di trovare particolari motivazioni quando arrivi a questo punto, ma con Piombino ne serviranno ancora meno, visto che è l'unica squadra che è passata sul nostro campo, escludendo Cento in Coppa. Non penso proprio che i miei arriveranno scarichi all'appuntamento più importante della stagione, sanno bene che nei play off cambia tutto, dal metro arbitrale alla grinta, e siamo quelli che rischiano di più”.