Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, i tifosi della Robur vogliono chiarezza dalla dirigenza su mancati pagamenti e futuro

Esplora:

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

In un periodo senza calcio, e con voci non troppo rassicuranti sulla situazione della Robur, i tifosi dei gruppi "Figli di Siena" e "Non tesserati Siena" decidono di farsi sentire in maniera netta. "Mai in questo momento storico - si legge in una nota - avremmo pensato di dover fare un comunicato inerente al calcio e alla maglia bianconera, ma viste le tante voci, le tante inesattezze e le tante incertezze che ci sono intorno alla nostra amata Robur abbiamo deciso di esporsi in prima persona. A partire da un calciomercato dove la società ha badato solo a far cassa, proseguendo con gli stipendi non pagati ai calciatori nel periodo gennaio-febbraio (prima dell'emergenza Coronavirus), per finire con le voci sui mancati pagamenti di dipendenti e fornitori, pur comprendendo questo momento difficilissimo per tutti sia sotto il profilo sanitario che economico, chiediamo alla proprietà la massima chiarezza e trasparenza, al momento assenti, sul futuro e i programmi del nostro Siena. Dopo aver posto l'attenzione sulle problematiche, nell'indifferenza più totale, già mesi addietro avendo percepito i problemi a cui la proprietà poteva andare incontro, pretendiamo che tutta la tifoseria bianconera e le istituzioni vengano costantemente e seriamente informate. Alla signora Anna Durio teniamo particolarmente a far sapere che per nostra natura apprezziamo sempre chi ci mette la faccia, fosse anche per esporci i suoi problemi... ma la latitanza e il nascondersi sono atteggiamenti da noi intollerabili! Purtroppo certi scenari a Siena li abbiamo già vissuti molte volte, spesso nel silenzio più totale... faremo tutto ciò che è in nostro potere per far sì che ciò non accada mai più!"