Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La sfida nel collegio 12 di Siena: il ministro Padoan contro tutti

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

Sul collegio uninominale Toscana 12 per la Camera (Siena e Valdichiana aretina) l'attenzione nazionale si è accesa quando Matteo Renzi ha deciso di candidare il ministro uscente dell'economia, Pier Carlo Padoan. Il segretario nazionale del Partito Democratico ha voluto schierare a Siena l'uomo che, a suo avviso, ha contribuito a salvare il Monte dei Paschi. Ovviamente gli altri partiti non la vedono alla stessa maniera, visto che considerano le politiche di centrosinistra e la gestione clientelare della banca del passato, colpevoli della crisi dell'istituto di credito senese. Nella foto da sinistra: Claudio Borghi, Fulvio Mancuso, Pier Carlo Padoan e Leonardo Franci La Lega ha quindi schierato immediatamente il suo responsabile per l'economia, Claudio Borghi, che ha scatenato una vera e propria offensiva contro il ministro. Il Movimento 5 Stelle, invece, ha puntato su Leonardo Franci, finito subito al centro di una polemica per il suo passato da tesserato leghista e per aver già partecipato a due precedenti elezioni amministrative. Liberi e uguali ha scelto l'ex vicesindaco Fulvio Mancuso che pochi giorni dopo la sua candidatura, ha deciso di lasciare l'incarico in comune.  Gli altri candidati nel collegio uninominale sono: Marzio Fucito (CasaPound), Barbara Pecchioli (Sinistra Rivoluzionaria), Alessandro Dolci (Italia agli Italiani), Elena Golini (Potere al Popolo), Nicola Bettollini (Partito Comunista), Stefano Claudi (Il Popolo della Famiglia).