Invertire la tendenza dei cambiamenti climatici, ecco cosa pensano gli italiani

sostenibilita

Invertire la tendenza dei cambiamenti climatici, ecco cosa pensano gli italiani

Indagine della Bei

26.11.2019 - 10:45

0

Roma, 26 nov. - (Adnkronos) - Gli italiani sono preoccupati per l'impatto dei cambiamenti climatici ma il 69% ritiene che sia possibile invertire la tendenza. E' quanto emerge dalla seconda edizione dell'indagine sul clima della Banca europea per gli investimenti (Bei), condotta in partenariato con la Bva, una società di consulenza specializzata in ricerche di mercato. L’indagine è un indicatore di come i cittadini percepiscono il fenomeno dei cambiamenti climatici nell’Unione europea, negli Stati Uniti d’America e in Cina. La prima serie di risultati pone l’attenzione su come i cittadini avvertono i cambiamenti climatici e i loro effetti nella loro vita.

Gli esiti dell’indagine confermano che in Italia si ritiene ottimisticamente che il pianeta possa essere salvato. Mentre l’86% del pubblico italiano riconosce in ampia parte come l’uomo abbia contribuito a causare i cambiamenti climatici, il 69% crede comunque che sia ancora possibile invertire la tendenza: una percentuale che è di 10 punti superiori alla media europea (59%). Gli italiani in ogni caso sono più propositivi: il 73% ritiene di essere in prima persona coinvolto nella soluzione di questa crisi. Riguardo agli impatti dei cambiamenti climatici, vi è un forte consenso tra gli italiani (94%) sul fatto che questo fenomeno abbia avuto ripercussioni su ciascun oceano e ciascun continente negli ultimi decenni.

Lo scioglimento dei ghiacciai (47%), l’inquinamento atmosferico (40%, ovvero 8 punti in più rispetto alla media europea) e l’aumento delle temperature (39%) rappresentano i tre segni più preoccupanti dei cambiamenti climatici per gli italiani, i quali credono inoltre che gli impatti del fenomeno sull’ambiente e sull’atmosfera perdureranno in futuro: coloro che concordano sul fatto che le conseguenze si faranno sentire per secoli, anche dopo un’eventuale cessazione delle emissioni di gas a effetto serra, rappresentano l’80% della popolazione.

Si rileva una somiglianza di opinioni tra gli italiani e i loro vicini mediterranei della Spagna, Grecia e Croazia: pur affrontando l’argomento dei cambiamenti climatici con lo stesso ottimismo, per gli italiani il problema principale che affligge il loro paese è la disoccupazione. Essa è, per il 69% degli italiani, al vertice delle tre sfide che l’Italia deve affrontare, seguita dalla crisi finanziaria (42%), dai cambiamenti climatici (41%) e dall’instabilità politica (41%). A titolo di confronto, per i cittadini dei paesi dell’Europa del nord (Danimarca, Olanda, Germania o Austria) la crisi climatica è la minaccia principale a cui devono oggi confrontarsi.

Stesso andamento di opinioni anche per quanto riguarda l’impatto percepito dei cambiamenti climatici: i cittadini dei paesi mediterranei rilevano la presenza di un maggiore impatto, con percentuali che vanno dal 94% per gli italiani all’87% per gli spagnoli, mentre per i danesi la quota si attesta al 63% e al 66% per gli svedesi. A livello mondiale, i cambiamenti climatici sono presenti anche tra le sfide principali percepite in altre zone geografiche del pianeta, con gradi però diversi: il 73% dei cinesi ritiene che i cambiamenti climatici siano tra i grandi temi che la società deve affrontare, una percentuale di gran lunga superiore a quella degli europei (47%) e degli americani (39%).

I dati del sondaggio mostrano anche che i cinesi sono sostanzialmente più ottimisti dei cittadini che vivono in altre regioni geografiche del mondo: l’80% degli intervistati in Cina crede che sia ancora possibile invertire la tendenza dei cambiamenti climatici: un ottimismo che è condiviso solo dal 59% degli europei e dal 54% degli americani. Malgrado il diffuso ottimismo degli italiani riguardo alla crisi climatica, essi ritengono che il fenomeno migratorio sia una questione essenziale che è influenzata dai cambiamenti climatici.

Il 77% degli italiani prevede che in futuro vi saranno dei profughi del clima, in fuga dal paese in cui risiedono a causa delle condizioni climatiche estreme: Allo stesso tempo, i giovani italiani ritengono di essere probabilmente costretti a emigrare in futuro in conseguenza dei cambiamenti climatici: il 38% di coloro che appartengono alla fascia di età 15-29 anni prevede, in futuro, di trasferirsi in un altro paese.

"Gli italiani sono fortemente preoccupati dei cambiamenti climatici e del loro impatto nella vita quotidiana e nel futuro, ma allo stesso tempo sono prevalentemente ottimisti circa la possibilità di risolvere la crisi climatica" afferma Emma Navarro, vicepresidente della Bei responsabile dei finanziamenti a favore del clima e dell’ambiente, sottolineando che l’indagine della Bei "rappresenta uno strumento fondamentale per capire come i cittadini avvertono i cambiamenti climatici, e il ruolo che dovrebbe essere svolto, ai loro occhi, dai propri leader dei settori pubblico e privato".

"La Bei, in quanto Banca per il clima dell’UE, è uno dei maggiori finanziatori multilaterali in campo climatico a livello mondiale, e si impegna a moltiplicare i propri sforzi in questo ambito. È per questa ragione che è essenziale da parte nostra ascoltare le posizioni dei cittadini per essere sicuri di rispondere a ciò che li preoccupa, in modo che nessuno di loro rimanga indietro" conclude Navarro.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Siena, donna aggredita dal cinghiale. Il video del branco davanti al supermercato
Il precedente

Donna aggredita dal cinghiale. Il video del branco davanti al supermercato

Il caso della giovane donna aggredita da un cinghiale davanti alla scuola dell'infanzia Santa Marta nel quartiere di Scacciapensieri, riporta alla mente il filmato girato due anni fa da due giovani, e poi postato su Facebook, nel quale si vedeva il branco di cinghiali che cercava cibo vicino al supermercato delle Grondaie, nella strada che conduce all'ospedale.  Il branco proveniva dallo stesso ...

 
Firenze, crollo di un muro a Montelupo Fiorentino: il video del cedimento. Travolte alcune auto
Il fatto

Firenze, crollo di un muro a Montelupo Fiorentino: il video del cedimento

Ecco il video del crollo: le prime immagini del cedimento del muro a Montelupo Fiorentino. Immagini riprese dai vigili del fuoco arrivati sul posto dopo il crollo. I vigili del fuoco del comando di Firenze, distaccamento di Empoli e Firenze Ovest sono intervenuti poco prima delle 24 del 10 dicembre a Montelupo Fiorentino, in via Marconi, per il crollo  di un muro di contenimento. Nel crollo sono ...

 
Sergio Leone, padre del western all'italiana. Chi era il regista e i suoi film entrati nella storia del cinema
CINEMA

Video Sergio Leone, padre del western all'italiana. Chi era e i suoi film capolavoro

"C'era una volta Sergio Leone". Della mostra ospitata all'Ara Pacis di Roma, Carlo Verdone ha parlato nel salotto di Porta a Porta del padrone di casa Bruno Vespa insieme a Raffaella, figlia del grande regista. Il 2019, infatti, è un anno in cui ricorrono due anniversari di quello che fu l'inventore del western all'italiana: novant'anni dalla nascita (3 gennaio 1929) e trenta dalla scomparsa (30 ...

 
Sergio Leone, padre del western all'italiana. Chi era il regista e i suoi film entrati nella storia del cinema

CINEMA

Video Sergio Leone, padre del western all'italiana. Chi era e i suoi film capolavoro

"C'era una volta Sergio Leone". Della mostra ospitata all'Ara Pacis di Roma, Carlo Verdone ha parlato nel salotto di Porta a Porta del padrone di casa Bruno Vespa insieme a ...

11.12.2019

Samanta Togni si sposa: tutti gli ex fidanzati e chi è la bella ballerina

Verso il matrimonio

Samanta Togni si sposa: tutti gli ex fidanzati e chi è la bella ballerina

Samanta Togni si sposa con Mario Russo (LEGGI qui). La ballerina umbra è una delle big di Ballando con le Stelle dal 2005, maestra adorata alla quale sono stati attribuiti, ...

10.12.2019

Gravissimo lutto per il cantante Al Bano

L'addio

Gravissimo lutto per il cantante Al Bano

Un grave lutto ha colpito il cantante Al Bano Carrisi. E' morta a Cellino San Marco, la mamma Jolanda. La madre di Al Bano aveva 96 anni. A dare la notizia è stato stato il ...

10.12.2019