Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spaccio di droga nei boschi debellato dai carabinieri

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Il Nucleo investigativo dei carabinieri di Siena ha sgominato (video) un giro di spaccio di droga che si svolgeva con una certa regolarità nei boschi di Tonni, nel Comune di Sovicille. Tre militari hanno monitorato la zona per circa un anno, un lavoro non semplice perché i pusher, di origine magrebina, si spostavano spesso verso Murlo, Bagnaia, Monticiano e Iesa, non disdegnando di sconfinare anche nelle province di Grosseto e Pisa. Lo smercio di stupefacenti era favorito dal fatto che si concentrava prevalentemente di notte ed era protetto dal luogo che lo ospitava, lontano da sguardi indiscreti e conosciuto quasi unicamente dai tossicodipendenti che lì si rifornivano. Intercettando i cellulari e monitorando ogni spostamento, due marocchini sono stati catturati dagli uomini del nucleo investigativo senese all'interno di un appartamento a Bientina. Altri due sono stati fermati nel grossetano nei giorni successivi. Sempre a proposito di lotta allo spaccio, i carabinieri della compagnia di Montalcino hanno fermato altri due marocchini, a cui che hanno sequestrato quindici palline di eroina. Uno dei due, minorenne, è stato denunciato a piede libero, mentre l'altro, maggiorenne è stato arrestato. Queste lunghe e complesse operazioni, nel corso dei mesi, hanno coinvolto anche i forestali e un elicottero dell'elinucleo di Pisa.