Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Crollo muro Monte Oliveto, il caso finisce in Parlamento

Marco Antonucci
  • a
  • a
  • a

Il crollo di una parte del muro storico di Monte Oliveto Maggiore finisce in Parlamento. Il cedimento che risale allo scorso dicembre e la necessaria messa in sicurezza della Torre fortificata del 1550 sono i temi al centro della interrogazione che i due parlamentari del Pd Silvio Franceschelli e Marco Simiani hanno annunciato presenteranno - sia alla Camera che al Senato - al ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano e al ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin, per fare il punto sulla situazione del monastero. “L’Abbazia di Monte Oliveto - sottolineano Franceschelli e Simiani in una nota congiunta - è un complesso monastico straordinario dal punto di vista storico, architettonico e culturale, incastonato in uno dei più suggestivi paesaggi del mondo. E’ necessario che il Governo garantisca le risorse per riparare i danni alla cinta muraria causati dal crollo dello scorso dicembre e per effettuare la manutenzione periodica necessaria per prevenire ulteriori criticità”. “La frana - spiegano i due parlamentari - ha messo a rischio anche la stabilità della Torre fortificata edificata nel 1550. L’area dell’Abbazia da alcuni anni non viene più sottoposta a interventi di manutenzione calanchifera e idrogeologica nonostante gli smottamenti a cui è sottoposto il territorio: è quindi indifferibile che i Ministeri competenti intervengano con rapidità ed efficacia per mettere in sicurezza un patrimonio nazionale tutelato anche dal Codice del paesaggio”. Sulla frana di Monte Oliveto, nei giorni scorsi, è stata presentata anche una interrogazione in consiglio regionale dall’esponente del Partito democratico Elena Rosignoli che ha chiesto alla giunta Giani se intende attivarsi per istituire un tavolo di confronto interistituzionale per individuare e programmare gli interventi necessari al ripristino, in tempi brevi, della porzione di muro storico e alla messa in sicurezza della Torre fortificata.