Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Siena, bambino morto a 7 anni: aperta indagine per omicidio colposo

Claudio Coli
  • a
  • a
  • a

Indagini in corso sulla drammatica ed improvvisa morte del piccolo R., il bimbo di 7 anni deceduto alle prime luci dell'alba della giornata di martedì 29 novembre a Castiglione d'Orcia, la cui comunità è sotto choc. La Procura di Siena, nella persona della pm Valentini Magnini, come atto formale per poter procedere con gli accertamenti del caso, ha aperto un fascicolo contro ignoti ipotizzando l'omicidio colposo, coordinando le verifiche affidate ai Carabinieri, che il giorno del decesso hanno effettuato un sopralluogo all'interno dell'abitazione della famiglia del piccolo.

 

 


Secondo le prime ricostruzioni, il bimbo avrebbe accusato un forte mal di testa intorno alle 3 di notte, con i genitori che preoccupati hanno chiamato i soccorsi. Preso in carico dall'ambulanza, il bambino non ha fatto in tempo a giungere all'ospedale, spirando durante il trasporto d'urgenza poco dopo le 5 di mattina. Le indagini in corso sono chiamate a ricostruire le ore precedenti al malore, per capire come si è giunti a questo tragico epilogo. Esclusa immediatamente la pista violenta o legata a ipotetici maltrattamenti, la morte sarebbe riconducibile alle conseguenze di un trauma, in particolare, si ipotizza per adesso, una caduta che avrebbe coinvolto la testa del piccolo. Perciò in questi giorni gli inquirenti sentiranno i genitori e altre persone informate sui fatti per capire il contesto di vita e di salute del piccolo, in attesa dell'autopsia, che definirà con precisione le cause dell'improvviso decesso. L'esame autoptico dovrebbe partire lunedì prossimo, prima come detto la Procura vuole raccogliere testimonianze ed informazioni per avere, al pari del quadro clinico, uno scenario definito per quanto riguarda possibili avvenimenti precedenti.

 

 

 

Conclusa l'autopsia, il corpicino del piccolo R. sarà restituito alla famiglia e trasferito in Marocco, il Paese di origine, dove sarà tumulato nel rispetto della tradizione islamica. Un'operazione che sarà sostenuta economicamente da una raccolta fondi lanciata dalla comunità di Castiglione d'Orcia, che vive ore di profondo dolore e lutto, da momento che la famiglia del bambino era molto conosciuta e integrata nel tessuto locale. Tanti sono stati infatti anche sui social i messaggi di amici, conoscenti, squadra di calcio e scuola, nonché del sindaco.