Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Palio di Siena, Giosuè Carboni detto Carburo: "Arrabbiato per la squalifica, non ho fatto niente"

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

Giosuè Carboni non potrà prendere parte al prossimo Palio di Siena che verrà corso in Piazza del Campo. “Io ho la coscienza pulita, e francamente sono convinto di non avere fatto nulla di male”, dichiara il fantino, che non nasconde la sua amarezza e la sua delusione. A nulla sono valse le memorie difensive da lui presentate. Per Carburo è scattata (ed è stata confermata dalla riunione di giunta) un’ammonizione, che va a fare il paio con quella pendente che già aveva: per lui quindi ci sarà un Palio di squalifica.

 

 


Ciò che è stato addebitato a Carboni è di “aver lanciato, nel corso della prova generale, il cavallo contravvenendo alle indicazioni della Commissione veterinaria”. Il fatto si riferisce alla prova generale del Palio di luglio. Quando Carburo entrò per l’appunto in Piazza con il giubbetto della contrada della Civetta montando il cavallo Vankook, un soggetto tra l’altro da lui allenato e che quindi Carburo conosce assai bene. Fu per Carboni un rientro a sorpresa e pure anticipato rispetto alle attese: dopo l’infortunio rimediato il giorno di Pasquetta a Legnano sembrava che i tempi di recupero potessero essere per lui più lunghi. La Piazza salutò con stupore il suo ritorno già dalla prova generale. Cosa successe da quel momento in avanti ormai è storia.  ,Carburo è però amareggiato per la sanzione ricevuta: “Ci sono rimasto molto male – commenta – Non credevo che si arrivasse a questo. Sono arrabbiato, sì. Forse era meglio se quel giorno fossi rimasto a casa. E comunque ribadisco che credo di non aver fatto niente di sbagliato”.

 

 


Per il fantino è stata un’annata certamente particolare. Dopo una buonissima prima parte di stagione, nella quale Carburo si era messo in evidenza con i tanti cavalli di qualità che allena e che ha in scuderia (si pensi a Tale e Quale e Schietta, solo per citarne alcuni) Carboni è incappato nel bruttissimo incidente di Pasquetta a Legnano. Poi il recupero, lampo, per lui e quella serata della prova generale del Palio di luglio in Piazza del Campo. Che, poi, ha fatto scattare l’ammonizione e quindi la squalifica. E poi la Carriera di agosto, nella quale alla fine ha montato nella contrada del Valdimontone su Solu Tue Due disputando un buon Palio.Era pronto anche ad “alzarsi di livello” nel 2023 dopo quanto fatto vedere negli ultimi tempi. Tante dirigenze hanno grande stima nei suoi confronti. Ma dovrà attendere un Palio per provare a farlo. “Per me – dice Carboni – è un periodo un po’ così. Dovrò tirarmi su le maniche, come tante altre volte ho fatto in passato. Magari se nel 2023 ci fosse anche un Palio straordinario. Al momento mi sto allenando, faccio tutto quello che devo fare e anche di più per poter essere al top per la prossima annata di corse”.