Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, apertura dell'Anno accademico. Il rettore Di Pietra: "Ateneo sano che deve crescere"

  • a
  • a
  • a

Grande attesa e anche curiosità per l'apertura del 782esimo anno accademico dell'Università degli studi di Siena presso l'aula magna del palazzo del Rettorato. Ad aprire la relazione inaugurale il neo rettore Roberto di Pietra con un discorso solenne sul rilancio dell'Ateneo e le sfide per il suo mandato.

 

 

“E' un'emozione grandissima - ha detto - alla quale non sono abituato ma cercherò di dominarla. In questo primo anno cercheremo di mettere mano ad alcune questioni che hanno a che fare con il ripensamento della nostra offerta formativa. Dovremo poi riorganizzare la struttura amministrativa e trovare il modo per offrire agli studenti servizi di qualità che permettano una buona attività e un buon percorso per tutti coloro che vengono a studiare a Siena. Abbiamo tutti la medesima esigenza, quella di collaborare insieme per lo sviluppo dell'Università all'interno dei territori in cui opera”. Un potenziamento possibile grazie all'arrivo delle risorse del Pnrr per 60 milioni di euro: “Grande opportunità ma anche una responsabilità – ha detto Di Pietra. – Avremo molte risorse nei prossimi tre anni ma abbiamo la responsabilità di spenderle e utilizzarle al meglio affinché lascino risultati concreti”.

 

 

Non sono mancate parole di profondo orgoglio per l'operato chi lo ha preceduto: “Trovo un Ateneo solido grazie a Riccaboni e Frati, provo inoltre un forte senso di appartenenza per un'istituzione dove sono stato docente e studente. Da ora in avanti dobbiamo orientarci al futuro con la consapevolezza di quello che siamo e degli elementi identitari che ci caratterizzano. Dobbiamo crescere poi nei numeri, nelle carriere dei docenti e degli studenti, dal punto vista qualitativo su tutte le componenti della comunità accademica. Occorre insomma fare qualcosa in piu”.