Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, Teo De Bonis riporta in passerella le modelle anni ‘90. Sfilarono anche nelle contrade

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

Le modelle, e le non modelle, senesi e toscane degli anni Novanta tornano per una sera in passerella. È l’idea dell’eclettico senese Teo De Bonis, che oggi ha 54 anni e che per oltre un decennio organizzò a Siena e in tutta la provincia senese tantissime sfilate di moda e iniziative di vario tipo. Adesso ha deciso di ricominciare e lo farà a partire da venerdì 25 novembre con una sfilata che si terrà al Pomodorino di Poggibonsi. La particolarità dell’iniziativa sta nel fatto che a sfilare saranno proprio le modelle di allora, degli anni Novanta, che hanno deciso di prendere parte alla manifestazione. Molti senesi ricordano con piacere quelle iniziative di venti e più anni fa, e quello di venerdì sarà quindi una sorta di tuffo nel passato, indietro nel tempo.

 

 


C’è curiosità intorno a questa serata, alla quale De Bonis ha dato il titolo di “Amarcord”. La prenotazione per partecipare è obbligatoria, la si può effettuare al numero di telefono 342-5051071. De Bonis ha deciso di ricontattare quelle ragazze, oggi divenute donne, che per oltre un decennio sfilarono nelle contrade senesi e negli angoli più suggestivi di Siena. Alcune di loro hanno accettato il suo invito. “Andammo avanti dal 1992 fino al 2004 – racconta De Bonis. – Organizzammo tantissime serate, in quasi tutte le contrade e in vari luoghi cittadini: ricordo gli eventi ai Rinnovati, ai Rozzi, in Piazza Provenzano, in Camporegio, nella scalinata di Piazza San Giovanni. All’epoca ideammo anche delle serate speciali a Sovicille, che si chiamavano ‘Piccina ma bellina’, con donne di Siena e provincia che non erano alte almeno un metro e settanta centimetri, caratteristica richiesta per poter essere una modella. A ciascuno di questi eventi sfilavano più di 40 ragazze”. Venerdì sei di quelle donne torneranno in passerella.

 

 

 

Lo faranno anche un po’ per gioco ma al tempo stesso con l’intento di valorizzare vari brand del territorio che hanno stretto partnership con De Bonis e che forniranno abbigliamento e accessori per la manifestazione. L’intento, poi, non è semplicemente quello di dare vita ad una singola e speciale serata. De Bonis vorrebbe andare oltre: “L’idea – spiega – è stata della mia compagna, Emanuela Vigni. Il nostro sogno è quello di organizzare tante iniziative e spettacoli, di vario tipo, quindi sfilate di moda e pure altro. All’iniziativa di venerdì ci sarà anche uno spettacolo di danzatrici del ventre, un gruppo che si chiama Lune d’oriente. E poi ci sarà musica degli anni Ottanta e Novanta. Intanto viviamo la serata di venerdì e poi vedremo, noi vorremmo andare avanti in questa direzione”.