Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, cambia l'illuminazione nel centro storico. Lavori su 1.422 punti luce

  • a
  • a
  • a

Hanno preso il via lunedì 31 ottobre i avori legati all’efficientamento degli impianti di illuminazione pubblica del centro storico di Siena. L’intervento, che interesserà complessivamente 1422 punti luce tra primo e secondo stralcio dei lavori, sarà realizzata dalla società Edison Next e sarà effettuato sulle lanterne già esistenti in città sostituendo la tecnologia illuminante attualmente installata con piastre a led provviste di telecontrollo punto a punto.

 

 

 

Si potranno così coniugare tradizione e innovazione, conservando il tipico design artistico delle lanterne presenti nel centro storico senese e integrandolo con una tecnologia più moderna, che consentirà un risparmio energetico di circa 255.000 Kwh/anno ed una riduzione delle emissioni in atmosfera di 98 tCO2/anno, con un equivalente in piantumazione di nuovi alberi pari a 735/anno. “Un intervento dedicato alla riqualificazione energetica che cade in un periodo storico molto particolare – spiega il sindaco di Siena Luigi De Mossi – risparmiare garantendo alle nostre strade e alle nostre piazze la giusta valorizzazione era uno degli obiettivi di questa amministrazione. Il beneficio sarà a favore di tutta l'illuminazione del centro storico. Questo intervento, che non avrà alcun impatto sulla circolazione, fa parte del primo lotto di interventi, ne seguiranno altri nei prossimi mesi. Un ulteriore piccolo passo che questo Comune vuole compiere a sostegno dell'ambiente e della sostenibilità”. “Qualsiasi intervento di carattere infrastrutturale, specie se realizzato in centri storici che sono veri gioielli dell’arte e dell’architettura come quello senese, comporta un attento esercizio di misura – spiega Raffaele Bonardi, Business to Government Director di Edison Next - alla ricerca del minimo impatto e del massimo comfort e nel pieno rispetto del genius loci di siti unanimemente considerati tra i più pregiati al mondo”.

 

 

 

“È con questo spirito che Edison Next, in sinergia con l’amministrazione comunale senese, ha inteso progettare la riqualificazione illuminotecnica del centro storico di Siena: il nostro obiettivo è innanzitutto quello di garantire dei risultati significativi in termini di miglioramento dell’efficienza degli impianti, di risparmio energetico, di sicurezza e fruibilità degli spazi – continua Bonardi - ma ha anche lo scopo di aggiungere, attraverso la luce, un ulteriore elemento di valorizzazione complessiva del patrimonio artistico-monumentale della città, mettendone ancora di più in risalto l’unicità e la bellezza”. Gli interventi costituiscono la fase finale della più ampia opera di riqualificazione energetica e di messa in sicurezza degli impianti di illuminazione pubblica di Siena, opera realizzata nel quadro della Convenzione Consip Luce 3 - cui la città toscana ha aderito nel 2016 – e che ha portato, ad oggi, all’efficientamento di circa 8000 punti luce (su un perimetro impiantistico complessivo di 10.750 punti luce), con la sostituzione di corpi illuminanti ormai vetusti ed energivori con apparecchi a led in tecnologia cut-off di ultima generazione. L’opera ha riguardato anche alcuni tra i più rinomati simboli cittadini come Piazza del Campo e Duomo di Siena, contribuendo a valorizzarne ulteriormente la monumentalità e la bellezza architettonica, ed ha consentito di abbattere di oltre il 65 per cento il fabbisogno di energia connesso al servizio di pubblica illuminazione, rendendo la città perfettamente allineata con gli standard di sostenibilità ambientale fissati dalle normative vigenti.