Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, l'artista Alvalenti tra disegni, teatro e social

  • a
  • a
  • a

Alessandro Valenti, meglio noto come Alvalenti (Alva per gli amici), è una fucina di idee in continua ebollizione. Artista un po’ anarchico e molto goliardico, capigliatura rigorosamente spettinata e rivolta verso il cielo, vive oggi a Malta, domani in Sicilia, poi magari fa un salto a Siena, dove ha uno studio nel centro storico con le sue inconfondibili creazioni grafiche, ma eccolo attraversare il mare diretto in Sardegna. O chissà dove, visto che il lavoro che si è cucito addosso lo porta ovunque, spesso a sorpresa.

 

 

Nella città del Palio, dove affonda alcune delle sue radici vagabonde, è noto soprattutto come pittore e disegnatore, e a questo contribuisce anche il Corriere di Siena, con le vignette pubblicate il giorno dopo la Carriera e partorite pochi istanti dopo lo scoppio del mortaretto, cogliendo al volo uno spunto ironico in ogni vittoria. Ma Alvalenti è anche scrittorepoeta e performer. In questo momento è concentrato su un’opera teatrale top secret, che lo vede protagonista sul palco in un ruolo da One man show. Inutile cercare di carpire qualche anticipazione: non ne sfugge neanche una.

 

 

In compenso, però, è possibile sorridere con le pillole di buonumore che diffonde online su Whatsapp o sul suo profilo Facebook: un giorno è il santone Alvananda che dispensa stille di saggezza, un’altra è uno stralunato se stesso che dialoga con il suo alter ego non riconoscendosi, un’altra ancora spiega che “Ci sono mattine...”. La sua agenda spazia da spettacoli nelle piazze o nei teatri a performance private per matrimoni o convention, con al fianco la lavagna a rullo e l’immancabile Filù, il pennarello prepotente da cui non potrebbe separarsi. E per non farsi mancare niente, produce anche disegni e opere personalizzate su richiesta. Basta avere almeno un’idea di cosa si vorrebbe, ma non è neanche necessario: di idee ne ha già tante lui nel suo carniere, una adatta salta fuori per forza.