Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio di Siena, addebiti di contestazione dell'assessore Luciano Fazzi. C'è anche Tittia

  • a
  • a
  • a

Formulati, con apposite ordinanze dell’assessore delegato alla Giustizia paliesca Luciano Fazzi, gli addebiti di contestazione su specifici comportamenti contrari alle norme del Regolamento per il Palio di Siena relativi alla Carriera del 2 luglio e del 17 agosto 2022, concedendo 7 giorni per produrre memorie a discarico.

 

 

 

PALIO 2 LUGLIO 2022
Dopo aver preso visione della relazione dei Deputati della Festa, del filmato ufficiale prodotto dal Consorzio per la tutela del Palio e  dell’esposto presentato dalla Contrada della Torre, ha concesso 7 giorni, al fantino Giovanni Atzeni, detto Tittia, per produrre a suo discarico memorie essendo stato ritenuto responsabile della seguente infrazione: “aver posto la mano di fronte al muso del cavallo della Contrada della Torre e aver proteso il braccio davanti al petto del fantino della stessa Contrada”.
Presa visione della relazione dei Deputati della Festa ha concesso 7 giorni al fantino Giosué Carboni, detto Carburo, per produrre a suo discarico memorie essendo stato ritenuto responsabile della seguente infrazione: “aver lanciato, nel corso della prova generale il cavallo contravvenendo alle indicazioni della Commissione veterinaria”.
Presa visione della relazione dei Deputati della Festa, di quella degli Ispettori di pista: ha concesso 7 giorni al fantino Mattia Chiavassa, per produrre a suo discarico memorie essendo stato ritenuto responsabile della seguente infrazione: “aver, in occasione della terza batteria della Tratta del 29 giugno, preso per un braccio  il fantino che andava a vincere la stessa batteria”.
Presa visione della relazione dei Deputati della Festa e del filmato ufficiale prodotto dal Consorzio per la tutela del Palio ha concesso 7 giorni al fantino Antonio Francesco Mula, detta Shardana, per produrre a suo discarico memorie essendo stato ritenuto responsabile della seguente infrazione: “non essersi, in occasione della mossa del Palio, messo con immediatezza in carriera preferendo dirigersi verso il Verrocchio”.
Presa visione della relazione dei Deputati della Festa e di quella degli Ispettori di pista ha concesso 7 giorni al fantino Carlo Sanna, detto Brigante, per produrre a suo discarico memorie essendo stato ritenuto responsabile della seguente infrazione: “non avere in occasione della Prova generale fermato il cavallo dopo lo scoppio del mortaretto annunciante la mossa non valida”.
Presa visione della relazione dei Deputati della Festa e degli Ispettori della Pista ha concesso 7 giorni al fantino Giuseppe Zedde, detto Gingillo, per produrre a suo discarico memorie essendo stato ritenuto responsabile della seguente infrazione: “non avere, in occasione della Prova generale, fermato il cavallo dopo lo scoppio del mortaretto annunciante la mossa non valida”.
 
Presa visione della relazione dei Deputati della Festa, di quella degli Ispettori di pista: ha concesso  7 giorni alla Contrada Priora della Civetta per produrre a suo discarico memorie essendo stata ritenuta responsabile delle seguenti infrazioni: “per aver il proprio fantino, in occasione della Prova generale lanciato il cavallo in corsa contravvenendo alle indicazioni della Commissione veterinaria; di aver i propri contradaioli, assieme ai dirigenti ed ex dirigenti, non consentito il puntuale inizio delle operazioni di sgombro della pista; per aver, il proprio barbaresco tenuto al limite della minaccia un comportamento offensivo nei confronti del Sindaco e della Commissione veterinaria; per aver, i propri alfieri, in occasione dell’ingresso in Piazza del Campo, volontariamente deciso di non effettuare le sbandierate previste dal Regolamento”.
Presa visione della relazione del Comandante della Polizia Municipale, allegata alla relazione dei Deputati della Festa, ha concesso al signor M. M., proprietario di cavalli, 7 giorni per produrre a suo discarico memorie essendo stato ritenuto responsabile della seguente infrazione: “aver, nel momento in cui si procedeva a liberare dagli estranei l’Entrone al termine delle batterie della Tratta, tenuto un comportamento alterato e irriguardoso nei confronti degli agenti della Polizia Municipale”.

 


 

PALIO 17 AGOSTO 2022
Presa visione della relazione dei Deputati della Festa, di quella degli Ispettori di pista  e del filmato ufficiale prodotto dal Consorzio per la tutela del Palio ha concesso 7 giorni al fantino Federico Arri, detto Ares, per produrre a suo discarico memorie essendo stato ritenuto responsabile della seguente infrazione: “aver, in occasione di alcune fasi della mossa del Palio, cercato di ottenere un posto di partenza non consentito e di essere partito dal nono posto anziché dal settimo”.
Presa visione del filmato ufficiale prodotto dal Consorzio per la tutela del Palio e allegato alla relazione dei Deputati della Festa ha concesso 7 giorni al fantino Stefano Piras, detto Scangeo, per produrre a suo discarico memorie essendo stato ritenuto responsabile della seguente infrazione: “aver, in occasione di tutte le fasi della mossa del Palio, cercato di ottenere un posto di partenza non consentito e alternando la sua posizione tra il settimo e il nono posto”.