Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, Manganelli della Municipale: "Ecco perché offriamo il Minimasgalano"

  • a
  • a
  • a

Domenica 16 ottobre torneranno a rullare i tamburi e a sventolare le bandiere delle giovani comparse di tutte e 17 le contrade. A inizio settimana è stato infatti presentato, presso la sala della vittoria della Torre, il premio che andrà ai vincitori del Minimasgalano. O, come recita la dicitura della contrada di Salicotto, la manifestazione Giovani alfieri e tamburini. Si tratta di una bella opera realizzata dal laboratorio Vitra shop, più precisamente dall'artista Stefano Carlucci, e che è stata offerta dal corpo della polizia municipale di Siena.

 

 

Molto soddisfatto il comandante Marco Manganelli: “Il riconoscimento - spiega - è molto bello, ho notato che è stato apprezzato dai presenti. La decisione, anche su mio suggerimento, è stata presa pensando anche a ciò che succede nel Palio. I vigili urbani, perché così mi piace chiamarli, sono presenti fin dalle prime fasi, quelle in cui si segnano i cavalli nell'Entrone la mattina della tratta per proseguire con le prove e con la consegna dei nerbi nel giorno fatale: di fatto, è uno dei nostri agenti l'ultima persona ad avere un contatto diretto con il fantino prima della corsa. E che dire dell'atto della consegna della busta al mossiere? Ad ammutolire la piazza più bella del mondo, e a far calare il silenzio simultaneo di almeno 15 mila persone, fa parte del nostro corpo. Tutto ciò è testimonianza che il legame con la Festa, con le contrade e con la città è strettissimo. Offrire il Minimasgalano è un segno concreto di questo".

 

 

Ai ragazzi fieri di indossare e onorare i colori delle rispettive contrade, e che da tempo si stanno allenando nei rioni per fare la migliore figura, il Comune concederà a titolo gratuito piazza del Campo, il contesto più consono ed emozionante dopo le restrizioni per il Covid degli ultimi due anni.