Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, elezioni: i nomi in corsa per Camera e Senato. Diffusi i fac-simile delle schede elettorali

Aldo Tani
  • a
  • a
  • a

La scheda è pronta. La Prefettura ha diffuso il fac-simile di ciò che gli elettori senesi si troveranno davanti il 25 settembre. Per quanto riguarda la Camera, foglietto di colore rosa, è possibile votare tra otto schieramenti nel collegio uninominale che comprende Siena e Grosseto. Ognuno di questi ha il candidato per l’uninominale scritto in grande e i quattro collegati alla lista proporzionale nella parte sottostante.  Partendo da sinistra, ci sono Italexit con Federico Celentano, Unione Popolare con Salvatore Allocca, Terzo Polo (Azione, Italia Viva) con Stefano Scaramelli, il centrodestra (FdI, Forza Italia, Lega, Noi Moderati) con Fabrizio Rossi, il centrosinistra (Impegno civico, Pd, Alleanza Sinistra Verdi, Pd, Più Europa) con Enrico Rossi, Vita con Federico Zacchei, Italia sovrana e popolare con Roberta Fabbri, M5S con Luca Giacomelli. Tra i candidati senesi nei listini, ci sono Elena Golini (Unione Popolare) Francesco Michelotti (FdI), Lorenzo Lorè (Forza Italia), Marco Falorni (Noi Moderati), Silvio Franceschelli (Pd), Luca Migliorino (M5S). 

 

 

Per il Senato, scheda di colore giallo, le forze in campo per le quali è possibile esprimere una preferenza, sono nove. Il collegio uninominale comprende Siena, Arezzo e Grosseto. Partendo da sinistra, ci sono il M5S con Andrea Barbagli, il Terzo Polo con Andrea Vivaldi, l’area progressista con Silvio Franceschelli, Vita con Tommaso Agostini, Pci con Marco Barzanti (non presente nella scheda della Camera), Unione Popolare con Claudio Cubattoli, Italexit con Gualtiero Bomba, il centrodestra con Simona Petrucci, Italia sovrana e popolare con Maria Teresa Turrini. A rappresentare Siena nelle liste Lorenza Bondi per Forza Italia. 

 

 

In merito alla modalità di voto, è possibile tracciare un segno sul solo candidato o limitarsi alla lista che lo rappresenta. Oppure segnare in entrambi. In ogni caso la preferenza andrà a tutti e due. Se ci sono più liste collegate, il voto è ripartito in base alle preferenze ottenute dalla coalizione all’interno del collegio.