Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso David Rossi, Zanettin: "Spunti investigativi da approfondire ma Commissione non può più indagare. Atti alle Procure"

  • a
  • a
  • a

La maxi perizia e il verbale dell'ultima seduta della Commissione d’inchiesta parlamentare sulla morte di David Rossi verranno trasmessi, con le audizioni degli esperti che l'hanno messa a punto, alle procure di Genova e Siena. Lo ha affermato, all'Adnkronos, Pierantonio Zanettin, presidente della Commissione, a un paio di giorni dalla conferenza stampa sui risultati a cui sono giunti i reparti speciali dell’Arma dei carabinieri e un collegio medico legale ai quali la stessa Commissione si era affidata.

 

 

L’Ufficio di presidenza "ritiene ci siano spunti investigativi ulteriori che meritano di essere approfonditi e sui quali, come Commissione, non possiamo più indagare - sottolinea Zannetin facendo riferimento alla fine anticipata della legislatura - Cediamo alla magistratura tutto il materiale, di altissima professionalità, fatto da organi terzi e imparziali. Un materiale che può essere utile alla magistratura, se lo riterrà, anche per la riapertura dell’indagine o di qualche ulteriore fascicolo".

 

 

Con la crisi di governo e le dimissioni del presidente del consiglio Mario Draghi, la stessa Commissione di inchiesta non potrà più svolgere l’attività ordinaria quindi non si potranno più tenere audizioni né si svolgerà l’esperimento giudiziale previsto per il 12 e 13 settembre a Siena per ricostruire la dinamica degli eventi dopo la morte dell’ex manager con l’orario preciso. "Possiamo fare solo la relazione sull’attività della Commissione - spiega Zanettin - e su questo lavoreremo da qui al subentro del nuovo parlamento. Il mio auspicio, da presidente, è che si possa arrivare a una relazione approvata all’unanimità".