Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio, rebus cavalli per agosto: si andrà verso un lotto di bomboloni?

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

A Siena ad agosto il lotto di cavalli che correranno il Palio dell’Assunta sarà presumibilmente più alto di livello rispetto a quello visto per la Carriera di Provenzano. Molto difficile che possano esserci ancora otto esordienti come è avvenuto, anche a sorpresa, per quelle che erano state le premesse e le aspettative iniziali, la scorsa settimana in Piazza del Campo. Le premesse per luglio, infatti, erano state diverse. Lo erano state sia per le parole che erano state pronunciate dal sindaco Luigi De Mossi che per le dichiarazioni di tanti addetti ai lavori. Si chiedeva esperienza, nei cavalli per la Piazza, per il primo Palio dopo lo stop di due anni per Covid. E invece proprio i soggetti di esperienza alla Carriera non sono arrivati, lasciando spazio a molti cavalli che per la prima volta hanno affrontato i quattro giorni della Festa. Ad agosto le cose molto probabilmente cambieranno e potranno andare in maniera diversa. Anche perché sono note e sono state evidenti le problematiche affrontate per la Festa a Provenzano. Alla fine a luglio dei quattro big a disposizione nemmeno uno è arrivato in Piazza. Remorex, Tale e Quale, Rocco Nice non sono stati portati al Ceppo. Eppure appena pochi giorni prima delle previsite sia Remorex che Tale e Quale avevano dimostrato di stare bene, facendo vedere buone prestazioni prima a Monticiano e poi a Mociano. L’unico big passato dalla clinica veterinaria e poi anche dalle prove di notte e dalla tratta è stata Violenta da Clodia, che in Piazza del Campo in passato (prima del Covid) aveva corso tre volte facendo delle buone Carriere ma senza vincere. Ma anche Violenta a luglio non è entrata nel lotto, giudicata (forse a ragione) dai capitani troppo forte rispetto agli altri soggetti.

Ad agosto lo scenario potrebbe essere diverso. Giosuè Carboni ha già annunciato che stavolta Tale e Quale al Ceppo ci sarà, verrà portato. E si può quindi immaginare che anche Remorex possa fargli compagnia. Violenta da Clodia, dal canto suo, non ha problemi: potrebbe quindi fare nuovamente parte dei cavalli che la scuderia Milani porterà alla clinica veterinaria. Se non incontreranno problemi i tre cavalli potranno quindi arrivare fino alla Piazza, a quel punto starà ai capitani decidere quante punte mettere nel nuovo lotto. Uno step sotto potremmo rivedere ad agosto anche quei cosiddetti soggetti affidabili e di esperienza che pure a luglio sono mancati. Due nomi su tutti: Tabacco e Solu Tue Due. Altre due assenze, le loro, che sono state pesanti nella costruzione dell’ultimo lotto. Sono soggetti affidabili che conoscono la Piazza e la Festa: spazio per loro nel lotto può esserci sempre. Il Palio di luglio, poi, ha consegnato “in dote” altri cavalli che potranno correre anche ad agosto. In primis i due soggetti che si sono giocati la vittoria: Zio Frac e Viso d’Angelo.

Il primo ha vinto la Carriera, tra l’altro da esordiente. Nei quattro giorni ha dimostrato calma e lucidità: ha appreso bene le traiettorie, ha discreto motore, sta bene tra i canapi e parte rapidamente, come ha dimostrato il pomeriggio del 2 luglio. Probabilmente non ha quelle doti eccezionali che potrebbero farlo ritenere già un big: tuttavia se sarà nel prossimo lotto è facile immaginare che un popolo salterà il pomeriggio del 13 agosto al momento dell’assegnazione. Viso d’Angelo, dal canto suo, ha dimostrato un grande motore: Jonatan Bartoletti ha creduto in questo soggetto, anch’esso esordiente, e si può dire che aveva visto giusto, dall’alto della sua esperienza. Pur avendo perso dei metri importanti alla partenza e pur avendo avuto un inciampone a San Martino, il cavallo è arrivato a giocarsi il trionfo fino alla fine. Sono quindi due cavalli, questi, che possono ancora fare grandi cose in Piazza; sarebbe interessante vederli tra un mese galoppare al fianco di Remorex, Tale e Quale o Violenta da Clodia. La Carriera di Provenzano ha poi dimostrato l’affidabilità di cavalli come Una per tutti (ma al riguardo c’erano pochi dubbi, visto che la cavalla era al suo terzo Palio) e anche di Reo Confesso, soggetto di 12 anni che la settimana scorsa ha disputato la sua prima Carriera. Non pare semplice, invece, che i capitani possano tornare a scegliere un cavallo, Uragano Rosso, che, pur interessante, ha evidenziato difficoltà e problematiche tra i canapi fin dalle prove. Un discorso a parte va fatto infine per quei cavalli che hanno incontrato problemi a luglio. Ciò vale SchiettaVankook e Volpino. Giosuè Carboni, che li allena, ha assicurato che sia Schietta che Vankook stanno bene e si è detto pronto a portarli alle previsite anche ad agosto. Schietta è una delle cavalle più esperte tra tutti i soggetti che sono a disposizione per questa annata paliesca. Se dovesse stare bene sarebbe una sicurezza per la Festa. Valutazioni al riguardo dovranno essere fatte, in serie, dal proprietario e dall’allenatore, dai veterinari e infine, se i vari step saranno superati, dai capitani.