Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, Guardia di finanza scopre 161 milioni nascosti al fisco

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

Ben 161 milioni di euro nascosti al fisco sono stati scoperti grazie all’azione della Guardia di Finanza di Siena tra l’anno 2021 ed i primi cinque mesi del 2022. L’Iva evasa ammonta a 29 milioni. Complessivamente le Fiamme Gialle in diciassette mesi hanno compiuto nel territorio 231 interventi (144 nel 2021 e già 87 nei primi cinque mesi di quest’anno). I dati relativi all’evasione scoperta sono stati nel 2021 superiori a quelli del 2018: 148,2 milioni nel 2021, mentre erano stati circa 129 milioni nel 2018. Nello stesso arco temporale sono stati scoperti 48 evasori totali, che non dichiaravano niente e che dovranno invece rispondere di cifre complessive pari a 14,5 milioni. È stata intensa l’attività della Guardia di Finanza, presentata e illustrata in occasione delle celebrazioni per i 248 anni della fondazione del corpo dal comandante provinciale, il colonnello Giuseppe Antonio Marra. “Abbiamo focalizzato l’azione – sono state le sue parole – sui fenomeni di evasione, elusione e frodi fiscali più strutturate, sugli illeciti in materia di spesa pubblica e contro l’illegalità nella pubblica amministrazione, sul lavoro sommerso, nella contraffazione e sull’impiego di capitali illeciti nell’economia legale a favore delle imprese rispettose delle regole e dei cittadini onesti, perseguendo in concreto quelle forme di indebito arricchimento caratterizzate, ad ogni livello, da un evidente profilo criminale. Questa linea di indirizzo costituirà una costante anche per l’anno in corso, consapevoli che dobbiamo guardare al futuro con ottimismo e con la consapevolezza che senza rispetto delle regole non ci potrà essere ripresa”. 

 

 

“Sono molto contento del lavoro effettuato – ha detto ancora Marra. – Abbiamo potenziato il contrasto alla grande evasione fiscale. Con le tante risorse che sono state messe a disposizione per attenuare le difficoltà legate al Covid, il ruolo della Guardia di Finanza diventa centrale per intercettare forme di malagestione delle somme. Quei soldi devono andare a chi ha bisogno. Abbiamo lavorato a fondo anche sul fronte del riciclaggio. Abbiamo cercato di essere vicini a chi ha incontrato difficoltà, ricordo la campagna nelle scuole, insieme alla Lilt e al Rotary di Montaperti, per educare i giovani sui temi della legalità. Gli uomini e le donne della Guardia di Finanza hanno sempre cercato di essere accanto ai cittadini”. Tornando a dati e numeri relativi all’azione della Guardia di Finanza senese: sono stati eseguiti 7 interventi di fiscalità internazionale con una base imponibile sottratta di 79 milioni. Sono stati sequestrati beni, nei riguardi di responsabili di reati fiscali, per un valore di 11,7 milioni e sono state avanzate proposte di sequestro per 409 milioni. 

 

 

Poi il reddito di cittadinanza. Le Fiamme Gialle hanno lavorato e “scavato” per trovare chi lo avesse percepito indebitamente: così facendo hanno pizzicato oltre cento persone. In diciassette mesi sono stati infatti scoperti 107 individui che percepivano la cifra senza averne diritto. Si parla di un totale di 812 mila euro che lo Stato ha versato nei confronti dei cosiddetti “furbetti del reddito di cittadinanza”. Relativamente ai fondi arrivati per contrastare il Covid, sono state denunciate 54 persone che hanno percepito somme senza averne i requisiti. Per quel che riguarda il sommerso, sono stati individuati quattro lavoratori in nero e cinque irregolari; sei datori di lavoro sono stati scoperti a non rispettare le norme previste. Sono stati invece denunciati 111 soggetti per un riciclaggio accertato di 120,7 milioni di euro. La Guardia di Finanza ha proseguito anche l’azione di contrasto alla contraffazione: in questo caso sono stati effettuati 111 interventi per un totale di 8 persone denunciate e ben 35.884 prodotti non sicuri che sono stati sequestrati. Per quel che riguarda la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati 59 gli interventi realizzati: 3 persone denunciate, 61 segnalate al Prefetto. Complessivamente sono state sequestrati 402 grammi di stupefacenti. Da rimarcare anche l’attività connessa al contrasto del Covid: 1.307 sono le pattuglie messe in campo con questa finalità, 10.517 le persone e 1.316 gli esercizi commerciali controllati.