Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, vandali imbrattano l'abbazia di Abbadia San Salvatore. Il parroco: "Sistemate tutto e non denuncio"

  • a
  • a
  • a

In provincia di Siena macchie di vernice rossa sulla facciata posteriore dell’Abbazia San Salvatore e sulla finestra che affaccia sulla navata principale della cripta. Inoltre sporcizia, rifiuti di ogni genere, chiasso e schiamazzi notturni. Tutto questo nelle aree adiacenti al complesso abbaziale di Abbadia San Salvatore, e in particolare, negli spazi interni di via del Monastero. Denuncia appello del parroco don Giampaolo Riccardi, legale della Abbazia, il quale sulla pagina Facebook scrive: “Sono qui a informare che si è constatato un fatto molto spiacevole. Nella piazzetta del Gallo, dove si trova una scalinata di accesso secondario all’Abbazia, oltre alla sporcizia lasciata, sono stati imbrattati con vernice rossa, parti della facciata del complesso e il pavimento storico archeologico di una finestra che affaccia sulla cripta”. Ricorda poi che “la legge prevede sanzioni circa il danneggiamento, deturpamento e imbrattamento contro edifici di rilevanza storica”.

E avverte: “Prima di procedere a una denuncia ufficiale, presso le forze dell’ordine e la sovrintendenza ai beni storici e artistici di Siena e Grosseto e avviare le indagini delle telecamere di video sorveglianza, lascio il tempo di 24 ore, affinché chi si è reso colpevole di tale reato, provveda a contattarmi in modo da riparare il danno”. Non è la prima volta che comitive di ragazzi, più o meno numerose, si intrattengono sulla scalinata che si trova sul retro dell’abbazia fino alle ore piccole, si accaniscono contro i tubi pluviali discendenti, scorrazzano avanti e indietro, facendo rumore indisturbati e noncuranti dei diritti e del bisogno di riposo dei residenti. Al punto che questi ultimi hanno richiesto che tale area interna venga delimitata da un cancello. Molte altre richieste di riqualificazione dell’intero perimetro che circonda l’abbazia risalgono a decine di anni fa, ma non è stato effettuato nessun intervento migliorativo.

“Tutto questo degrado e abbandono non è più tollerabile", commenta la consigliera di minoranza Cinzia Mammolotti. Ricorda che ultimamente sono andate a vuoto ben tre petizioni popolari con raccolta firme e è stata bocciata dalla maggioranza anche la mozione, appoggiata da Italia Nostra Regionale. E conclude: “Se i luoghi sono accoglienti e decorosi, è molto probabile che creino benessere e abbiano una azione deterrente verso atti vandalici”.