Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, Cassia Sud, i commercianti: “Le nostre attività prigioniere di un cantiere davvero infinito”

Martina Ciliani
  • a
  • a
  • a

Gli attesi e più volte invocati lavori del Comune lungo la Cassia sud dovevano essere completati due mesi fa, ma a giudicare dal cantiere ancora allestito, e a più riprese abbandonato, qualcosa deve essere andato storto. Al centro di questa storia, il tratto di strada che collega Siena a Monteroni, nella zona a ridosso della Coroncina dove si trovano una tabaccheria e una bottega. Gli interminabili rifacimenti stanno creando a queste attività non pochi disagi, visto che si trovano l'accesso negato proprio dai lavori in corso. “Sono più di tre mesi che siamo senza parcheggio - spiega Antonio Aretini, titolare della Bottega Il Violino che ha il cantiere di fronte al proprio negozio. - Il progetto doveva finire già due mesi fa, ma con questi ritmi chissà quando terminerà. Ci stanno tagliando le gambe, le nostre attività posizionate dalla parte del passaggio pedonale sono tipicamente di "prendi e vai", i nostri clienti cioè sono abituati a posteggiare velocemente l’auto per entrare e acquistare ciò di cui necessitano in tempi brevi”.

 


A manifestare il suo dissenso anche Letizia, titolare della tabaccheria e rivendita di giornali accanto alla bottega di Aretini: “Che debbano lavorare per il bene della zona siamo d'accordo, ma continuano a rallentare per qualsiasi cosa. L’ultima volta il cantiere è rimasto fermo per 15 giorni. I lavori sono ripartiti ieri mattina ma, a causa della pioggia, si sono nuovamente interrotti. Siamo stanchi”. 
Il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici del Comune, Andrea Corsi, all’inizio di quest’anno ha annunciato che il progetto prevede un multi cantiere dal valore complessivo di 165 mila euro, di cui 75 mila finanziati attraverso il bando regionale sicurezza stradale 2020, per il quale Siena si è classificata primo in graduatoria. Tre gli interventi volti a “rispondere alle esigenze dei cittadini”, come aveva specificato l’amministratore, da realizzare sull'intersezione tra Cassia Sud e strada della Tressa entro due mesi. Da uno sguardo ravvicinato, l’intervento riguarda la creazione di un'area di attraversamento pedonale segnata con bitumazione rossa, quindi la creazione di un marciapiede in asfalto e di un percorso pedonale, il riposizionamento del capolinea del minibus urbano, la ricollocazione della fermata del trasporto pubblico locale e anche la sistemazione di alcuni posti per auto con relative piante per l'ombreggiatura. Di questi, per ora, “ne sono stati realizzati circa la metà - dice Aretini. - Hanno inoltre posizionato alcune scossaline che risultano pericolose, visto che nel giro di pochi giorni hanno causato la caduta di una donna anziana e di una persona in motorino”.

 

 

 Stando però a quanto fanno sapere da Palazzo pubblico, i lavori veri e propri sarebbero iniziati solo a fine febbraio, con la nuova fognatura e la predisposizione degli attraversamenti. Attualmente sono parzialmente sospesi perché il proprietario di un appartamento in zona, tramite il suo avvocato, ha chiesto di effettuare una verifica sul posizionamento di una pensilina. Il Comune di Siena è stato pertanto diffidato dal proseguire i lavori nonostante, in base a quanto chiarito dal Comune stesso, sembra che il progetto abbia rispettato tutte le normative di legge e di settore. In attesa delle opportune verifiche, sembra che siano in dirittura di arrivo i lavori di predisposizione per le aiuole, mentre la prossima settimana dovrebbero arrivare nuovi corpi illuminanti, per sostituire l'attuale lampione che al momento risulterebbe troppo centrale, per poi proseguire il primo maggio con l’ asfaltatura. E' quanto si augurano i negozianti, che attendono la parola fine su questa tormentata storia.