Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, alta tensione alla partita della Mens Sana. Il questore Milone: "Analizzeremo gli atti e le immagini"

  • a
  • a
  • a

A Siena il questore Pietro Milone annuncia il pugno duro contro gli episodi d’intemperanza, legati all’ambito dello sport, che si verificano in città. Dopo l’emissione di un daspo di 5 anni nei confronti di un tifoso del Modena, che aveva scavalcato la barriera del settore ospiti invadendo il terreno di gioco in occasione della partita di calcio del 7 novembre tra la Robur e gli emiliani, l’atmosfera si è riscaldata anche tre giorni fa, questa volta al palasport di viale Sclavo, dove era in programma il match di basket tra la Mens Sana e il Biancorosso Empoli. E’ stato necessario l’intervento della polizia di Stato per placare gli animi surriscaldati dei giocatori e degli spettatori e tenere sotto controllo la situazione, evitando turbative per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Gli agenti, allertati per una segnalazione di lite tra tifosi della squadra locale e alcuni atleti di quella ospite, appena giunti sul posto hanno preso contatti con il dirigente mensanino che li aveva chiamati, apprendendo che pochi minuti prima due cestisti avversari sul campo si erano presi a male parole, passando anche alle vie di fatto, determinando da parte degli arbitri la decisione di espellere quello della formazione senese. La partita era poi ripresa regolarmente fino a quando, a seguito del fallo di un giocatore della Mens Sana, quello dell’Empoli, dopo il primo tiro libero, si era rivolto verso gli spalti dei tifosi mensanini con aria di sfida. A quel punto alcuni sostenitori di casa avevano cercato di invadere il campo venendo però fermati dagli addetti alla sicurezza. In relazione a tutto ciò, e preso atto del comunicato stampa di scuse da parte della Polisportiva, il questore Milone ha voluto ribadire la necessità che le competizioni sportive vengano giocate e seguite nel rispetto della massima correttezza.

“Se è vero che gli episodi di campo deprecabili restano episodi di campo – evidenzia - è pur vero che da essi scocca inevitabilmente la scintilla che accende gli animi sugli spalti. Verranno attentamente analizzati gli atti redatti dal personale delle volanti e si chiederà alla Federazione l'accesso al referto arbitrale. Saranno acquisite le immagini della videoregistrazione della partita per appurare se gli episodi di violenza in campo possono essere interpretati come incitamento alla violenza. Saranno, pertanto valutati tutti i comportamenti e le intemperanze, sia dei giocatori che degli spettatori, e se sarà necessario intervenire come recentemente fatto nei confronti di alcuni pseudo tifosi del calcio, sarà fatto”.