Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio, Trecciolino: "Sogno la carriera dell'Assunta. Farò di tutto per esserci. I cavalli? Cinque già pronti"

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

“Al Palio di luglio purtroppo non potrò esserci a causa della squalifica, mi sarebbe piaciuto partecipare alla carriera della ripartenza dopo due anni di stop. Mi preparo per agosto e farei di tutto per essere tra i dieci al canape”. Luigi Bruschelli, il fantino più vittorioso di questa era paliesca con i suoi 13 trionfi, lavora e pensa all’Assunta. Augurandosi che qualche rione possa affidargli il giubbetto. Trecciolino fa una valutazione sui soggetti a disposizione: “Credo che ci sia uno zoccolo duro. Penso ai tre cavalli già vittoriosi, quindi Rocco Nice, Tale e Quale, Remorex, poi a Violenta da Clodia e Tottugoddu. Si potrebbe partire da questi cinque per comporre il lotto dei dieci”.

Prosegue Bruschelli: “Vedo che ci sono molti cavalli. Ce ne sono di buoni ed esperti della Piazza. E’ logico che se lo staff veterinario e la commissione riescono a portare avanti anche cavalli più giovani e meno esperti, su di loro verrà fatta una valutazione. Ce ne sono di giovani che non sono mai stati in Piazza del Campo ma che lo scorso anno hanno fatto le corse di addestramento a Mociano e quest’anno ne faranno altre ancora, a Mociano e a Monticiano. Anche tra i giovani ci saranno soggetti che apprenderanno tutto rapidamente, e tra loro quindi potrebbe esserci anche qualcuno pronto persino per correre il Palio, mentre altri magari avranno bisogno di più tempo. Uno straordinario a settembre? Magari, ce lo auguriamo tutti”.