Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, sottopasso della Lizza in mano ai vandali. I cittadini chiedono al Comune di intervenire

  • a
  • a
  • a

Progetti per riqualificare il sottopasso della Lizza a Siena, un luogo dove quasi quotidianamente si verificano episodi vandalici, con danneggiamenti di strutture, sporcizia e imbrattamento delle mura. E’ quello che chiedono i cittadini, segnalando quanto si ripete ogni giorno. Il tutto a opera di una banda di ragazzini che nonostante controlli e videosorveglianza continua a impazzare. La situazione è ben nota a tutti, in particolare alle forze dell’ordine che qui effettuano costantemente controlli (ci sono state denunce anche pochi giorni fa) in particolare sui più giovani utenti della zona. La situazione però non accenna a migliorare, tanto che un lettore ha immortalato come viene ridotto il sottopasso, segnalando che “bande di adolescenti oramai tutte le sere bivaccano indisturbati nel sottopasso, fumando, sporcando, spaccando condizionatori, vetri delle porte".

"La scorsa estate - segnala il lettore - dopo il pestaggio di un operatore delle pulizie, sono state installate telecamere di sorveglianza. Dopo un primo momento di deterrenza tutto è ripreso come prima e già sono stati sostituiti tre vetri delle porte interne, il tutto sotto gli occhi dei clienti di Autolinee Toscane”. Viene quindi chiesta la presenza di un agente della polizia municipale almeno nelle ore serali quando la banda di ragazzini si ritrova. Il Comune di Siena fa sapere che si occupa della parte relativa al corridoio, mentre parte degli spazi interni sono in affitto ad Autolinee Toscane. Questa parte non ha subito danneggiamenti: nelle prossime settimane c’è comunque in programma un restyling del sottopasso.

“L’amministrazione comunale – sottolinea l’assessore al decoro urbano Silvia Buzzichelli – ha ben presente la situazione e monitora costantemente lo spazio, anche con continui interventi di ripristino del decoro, sia per la pulizia, sia per eventuali imbiancature, naturalmente per quanto riguarda gli spazi di competenza. Purtroppo gli episodi diventano quasi quotidiani”. “Nel luogo- aggiunge l’assessore alla sicurezza Clio Biondi Santi – insistono alcune videocamere di sicurezza che sono state recentemente installate e naturalmente a disposizione delle autorità. Sulla zona sappiamo peraltro che il monitoraggio delle forze dell’ordine è costante. La nostra politica non è però meramente quella della repressione di certe situazioni, tant’è che stiamo portando avanti il progetto di Street Art anche nel sottopasso della Lizza proprio per riqualificarlo non solo dal punto di vista urbano, ma anche sociale”.