Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, quest'anno multe per almeno 14.5 milioni di euro dalla Municipale. Occhio agli autovelox

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

Il Comune di Siena ha messo a bilancio nel previsionale del 2022 un introito da multe pari a 14,5 milioni di euro. Una cifra in linea con quanto palazzo pubblico ha incassato dalle sanzioni negli anni precedenti, per lo meno dal 2017 in avanti, ovvero da quando sono entrati in funzione gli autovelox posizionati sul lotto zero e sulla Cassia in località Malamerenda (le cifre incassate sono state invece inferiori, per ovvie ragioni, nel periodo del lockdown). Il 10 maggio del 2017 venne posizionato quello sulla Cassia (che fu anche oggetto di un atto vandalico con colpi di pistola che vennero sparati poco dopo la sua installazione), il 26 giugno dello stesso anno fu la volta di quello sul lotto zero. Nei primi mesi furono elevate 150 multe al giorno. Gli autovelox si stanno “trasformando”, come sappiamo, in tutor (questa amministrazione lo aveva promesso appena entrata in carica), quindi in apparecchi che monitorano la velocità non più in un singolo punto stradale ma in un più ampio tratto. Ciò dovrebbe portare a una diminuzione complessiva della velocità delle vetture e quindi a una maggiore sicurezza stradale. Il 2022 servirà a capire se questa trasformazione porterà anche a un numero maggiore di sanzioni elevate nei confronti degli automobilisti e quindi in più introiti per le casse comunali.La cifra ipotizzata, e messa nel bilancio previsionale, di 14,5 milioni di euro è in linea con quanto registrato a Siena negli scorsi anni ma è al contempo certamente elevata se rapportata ad altre città di queste dimensioni. Oltre alle multe stradali si devono ricordare anche quelle che vengono elevate agli automobilisti che transitano con il rosso semaforico, i primi apparecchi di questo tipo vennero installati all’incrocio nella parte alta di Pescaia (e furono fin dall’inizio tanti i senesi “pizzicati” in manovre e in passaggi impropri). 

 

Già nel 2018 la cifra incassata dal Comune di Siena per multe e sanzioni stradali fu di 14 milioni di euro. Da subito fu chiaro che le multe elevate sarebbero state superiori a quelle che erano le aspettative precedenti. Nel primo previsionale successivo all’installazione degli autovelox, infatti, venne messa a bilancio la cifra di 3,5 milioni di euro che fu in realtà subito ampiamente superata dalla realtà fattuale e dalle multe emesse. La previsione per il 2022 di introiti da multe è di 14,5 milioni di euro, e la cifra è suddivisa in 8 milioni di euro di multe ordinarie stradali e di 6,5 milioni di euro da sanzioni per elevata velocità al passaggio dei tutor”. Una parte di queste risorse deve essere ogni anno reinvestita in interventi per aumentare la sicurezza stradale. E’ stato così anche lo scorso anno e avverrà la stessa cosa pure nel 2022. Facendo un conto al netto delle quote del fondo di svalutazione crediti, le risorse che il Comune avrà a disposizione in questo senso ammonteranno a circa 7 milioni di euro. Così Fazzi: “Queste risorse – dice l’assessore – devono essere utilizzate per nuova segnaletica, operazioni di controllo e di accertamento delle sanzioni, miglioramento della sicurezza stradale e manutenzioni. Relativamente ai tutor – aggiunge Fazzi – non possiamo ovviamente adesso sapere se gli introiti saranno maggiori rispetto a quanto è avvenuto fino a oggi con gli autovelox. Dobbiamo vedere cosa avverrà e se sarà così faremo un adeguamento e variazione”. Non sono ovviamente soltanto i senesi a pagare . Si pensi ad esempio che in uno degli ultimi anni precedenti al Covid si registrarono 15 mila accessi ai varchi della zona a traffico limitato. Naturalmente ampissima parte di questi accessi non furono effettuati da senesi, ma da turisti, spesso stranieri. 

 

A gennaio, intanto, sono entrati in servizio i primi 6 nuovi vigili urbani della città di Siena. In 11 sono risultati vincitori nel concorso che è stato effettuato nei mesi scorsi dal Comune. I primi sei sono entrati in servizio da pochi giorni, gli altri cinque lo faranno a febbraio. Con questi nuovi undici vigili urbani il corpo della Polizia municipale senese è composto ora da 70 agenti. Al concorso hanno partecipato in 651, arrivati da tutta Italia. Sono risultati idonei in 46, che sono andati a costituire una graduatoria. I primi 11 sono stati assunti a tempo indeterminato dal Comune di Siena, ma già altri 7 sono stati assunti a tempo indeterminato (uno ciascuno) dai Comuni di Monteroni d’Arbia, Monteriggioni, Buonconvento, Asciano, Altopascio, Castiglione della Pescaia, Colle Val d’Elsa.