Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morte David Rossi, i pm di Genova pronti ad aprire una nuova inchiesta: le ipotesi di reato

  • a
  • a
  • a

La procura di Genova potrebbe ipotizzare i reati di favoreggiamento, omissione d'atti d'ufficio e falso quando riceverà gli atti dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sulla morte del capo comunicazione Mps David Rossi, avvenuta nel marzo 2013 a Siena. E' vicina quindi l'apertura di una nuova inchiesta sulla vicenda. Pierantonio Zanettin, presidente della commissione, aveva annunciato l'invio degli atti ai magistrati genovesi, competenti a indagare sui magistrati del distretto toscano, dopo l'audizione del colonnello dei carabinieri Pasquale Aglieco, all'epoca comandante provinciale di Siena.

 

 

Sulla vicenda è intervenuto nuovamente Matteo Renzi. "Terribili le notizie che arrivano dalla commissione di inchiesta sulla morte del manager del Monte dei Paschi di Siena, David Rossi, su cui l’ottimo Giachetti ha presentato una interrogazione - ha scritto il leader di Italia Viva nella sua enews -. Sembra che i pm abbiano inquinato la scena criminis: non importa aver letto il codice, basta aver visto una serie televisiva per sapere che nessuno può inquinare le prove - ha aggiunto -. E invece pare che ciò sia stato fatto addirittura da dei magistrati, uno dei quali, peraltro, è tanto per cambiare il pm di Open. Se tutto fosse confermato, sarebbe davvero gravissimo. Che ne pensate?", ha chiesto Renzi ai suoi.