Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, in arrivo nuove cure: monoclonali di seconda generazione ideati da Rino Rappuoli

  • a
  • a
  • a

“Sulle cure per fronteggiare il Covid oggi siamo molto avanti”. Parola di Francesco Vaia, direttore dell’Istituto Spallanzani di Roma, una vera e propria eccellenza nel campo delle malattie infettive. “I monoclonali - prosegue Vaia - se utilizzati per tempo, risolvono il problema in altissima percentuale, più del 95% dei casi. Poi adesso stanno arrivando quelli di seconda generazione, ideati dal professor Rino Rappuoli a Siena e che stiamo sperimentando anche noi allo Spallanzani. Saranno prodotti in Italia, nel Lazio: stiamo valutando di usarli anche in funzione preventiva su chi non ha risposto al vaccino e risulta poco protetto secondo gli esami anticorpali”.

Allargando l’orizzonte, “è sbagliato - aggiunge - a livello di comunicazione parlare di terza o quarta dose. Come ho più volte detto, non dobbiamo arrivare a cappuccino, cornetto e vaccino. Guai a dare questa sensazione. Meglio dire che ogni anno, soprattutto chi appartiene a categorie fragili o esposte, dovrà fare un richiamo con un vaccino un po' diverso da quello precedente, esattamente come gli anziani che ogni autunno offrono il braccio a un’iniezione anti-influenzale. Vi sono consolidati studi che dimostrano chiaramente come questa malattia sarà stagionale con richiami annuali”