Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, nuovi lavori all'ospedale Le Scotte: via libera del consiglio comunale

Verrà installata una nuova risonanza magnetica e ristrutturata una parte del quarto lotto del policlinico

  • a
  • a
  • a

Il consiglio comunale ha approvato all’unanimità la delibera che consentirà di effettuare nuovi lavori all’ospedale delle Scotte di Siena. Era all’ordine del giorno dell’assise cittadina che si è tenuta ieri il testo sulle “opere relative all’installazione di una nuova risonanza 1,5 Tesla e lavori di ristrutturazione complementari al piano 4s del secondo lotto dell’ospedale Santa Maria alle Scotte” con “l’approvazione della deroga allo strumento urbanistico per il rilascio del permesso di costruire”. La richiesta presentata dall’azienda ospedaliero-universitaria senese si riferisce ad un totale di 95 metri quadrati nell’area delle risonanze magnetiche: 28 per una nuova passerella e 67 per un nuovo annesso.
L’assise si è espressa in maniera favorevole all’unanimità. E’ arrivato quindi l’atteso sì per le Scotte: può proseguire l’ampio piano di interventi, del quale più volte ha parlato il direttore generale dell’azienda ospedaliero-universitaria senese Antonio Davide Barretta, e che si muove su più fronti. Stavolta è arrivato il benestare per andare a modificare profondamente l’area delle risonanze magnetiche. 

 


Di investimenti da 8 milioni di euro per nuovi lavori al Dea e creare nuovi posti per le terapie intensive e per l’acquisto di moderni macchinari (il rinnovo delle attrezzature è uno degli obiettivi che il dg si è posto) Barretta è tornato a parlare recentemente (era il 19 ottobre), in occasione della visita al policlinico cittadino del colonnello Arturo De Santis con il gruppo designato dal commissario straordinario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo. E c’è poi un altro importante progetto per realizzare 400 nuovi posti auto che saranno dedicati ai dipendenti delle Scotte, con l’intento di dare una risposta a quello che è un problema annoso connesso all’ospedale cittadino. 
Nel testo della delibera di ieri del consiglio comunale con il via libera alla variante al regolamento urbanistico si legge che “l’azienda ospedaliero-universitaria senese da tempo porta avanti un percorso di rinnovamento delle strutture del presidio ospedaliero Santa Maria alle Scotte, necessario al fine di mantenere e migliorare le prestazioni sanitarie da essa stessa erogate; gli interventi di riorganizzazione e ristrutturazione tecnica degli spazi dell’azienda ospedaliera sono finalizzati a garantire l’applicazione dei moderni processi di diagnosi e cura dei pazienti sia da un punto di vista organizzativo sia da un punto di vista del loro concreto utilizzo”. 

 

 


“Il sito delle Risonanze magnetiche necessita di una interna riorganizzazione che si svilupperà per fasi - prosegue la delibera approvata dal consiglio comunale - L’azienda ospedaliero-universitaria senese ha presentato istanza di costruire per lavori di installazione di una nuova risonanza 1,5 Tesla e lavori di ristrutturazione complementari al piano 4s del secondo lotto. L’intervento richiesto prevede la ristrutturazione funzionale ed impiantistica dell’intero sito delle Risonanze magnetiche e l’acquisizione di una risonanza 1,5 Tesla. La nuova sala macchina con i relativi locali accessori verrà posizionata in corrispondenza degli ambienti che allo stato attuale sono destinati in parte a deposito e in parte sono occupati dalla macchina Rm della Philips. Durante questa fase verrà inoltre realizzata una nuova passerella che collegherà a livello del piano 4s il Dea con il lotto due e un nuovo annesso comprendente un corridoio dotato di servizi igienici e spogliatoi che congiungerà l’ospedale con il reparto delle Risonanze magnetiche”. 
“Con l’approvazione di questa delibera l’ospedale senese potrà potenziare ulteriormente le prestazioni di diagnosi e cura a tutela della salute – ha spiegato l’assessore Francesco Michelotti – Di fondamentale importanza era infatti la riorganizzazione funzionale e impiantistica del sito delle risonanze. L’intervento interesserà una superficie edificabile pari a 95 metri quadri e prevede una nuova sala macchina per l’installazione di una nuova risonanza ed i relativi locali accessori”.