Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso David Rossi, la Commissione indaga sul giallo dei fazzoletti sporchi di sangue

  • a
  • a
  • a

“Si è parlato a lungo dei fazzoletti sporchi di sangue nella stanza di David Rossi. Quei fazzoletti erano stati utilizzati per tamponare del sangue. Ma io mi domando: dagli atti della Procura figura che né nella stanza di Rossi e nemmeno nel bagno adiacente sia stato rinvenuto del sangue. Com’è possibile tutto ciò?”. Il vicepresidente della commissione parlamentare sulla morte di David Rossi, Luca Migliorino, torna su un elemento certamente non secondario di tutta questa vicenda. Vale a dire quei fazzoletti che rimasero a lungo nei cestini della stanza dell’ex capo comunicazione di Banca Mps dopo la sua morte avvenuta il 6 marzo 2013. Prosegue Migliorino: “Se erano sporchi vuol dire che tracce di sangue avrebbero dovuto venire ritrovate in quella stanza o nelle sue vicinanze. Ma così non è stato. E allora dico che se si prova che David Rossi sia stato percosso in un altro luogo ciò significa che diventa più difficile sostenere che si possa parlare di un suicidio”. 

 

 


Mercoledì pomeriggio si è tenuta a Roma l’audizione di Carolina Orlandi, la figlia della compagna di David Rossi Antonella Tognazzi. “E da questa audizione – commenta Migliorino – sono emerse a mio avviso delle indicazioni molto interessanti. Ci sono alcune dichiarazioni e anche alcuni orari che non combaciano in quelle che sono state le testimonianze sui fatti di quella sera. E mi riferisco non a idee o opinioni, ma a fatti ed episodi avvenuti in maniera concreta, sui quali quindi non dovrebbe esistere una discrepanza”. La commissione parlamentare ha intanto calendarizzato le prossime audizioni. La prossima settimana il lavoro si ferma, poiché il 3 e 4 ottobre ci saranno le elezioni. Si riprenderà giovedì 7 ottobre, che sarà la giornata dell’audizione di Bernardo Mingrone, collega di David Rossi e colui che effettuò la telefonata al 118 per chiamare i soccorsi. Lo stesso giorno sarà ascoltato anche il giornalista di Quarto grado Pierangelo Maurizio, che si è occupato della vicenda. Una settimana più tardi, giovedì 14 ottobre, sarà il momento delle audizioni dei giornalisti de Le Iene Antonino Monteleone e Marco Occhipinti. Il 21 ottobre verrà ascoltato Pierluigi Piccini. Il 28 ottobre Tommaso Strambi. Più avanti sarà il momento anche degli ex vertici di Banca Mps Giuseppe Mussari e Fabrizio Viola e del pm Aldo Natalini. 

 

 


“Stiamo cercando di capire e di ricostruire la dinamica dei fatti di quella sera del 6 marzo 2013 – afferma ancora Migliorino – e lo stiamo facendo confrontando le varie testimonianze. Sarà interessante l’audizione di Bernardo Mingrone, che in quei momenti concitati chiamò il 118 e che qualche sera prima era stato a cena con David Rossi e con l’allora presidente di Banca Mps Alessandro Profumo. Gli attori in questi fatti sono tanti e vanno sentiti tutti”. Mercoledì pomeriggio dopo l’audizione di Carolina Orlandi si è tenuto l’ufficio di presidenza della commissione. Nel corso del quale è stata affrontata una discussione sui prossimi passi da compiere nel lavoro da effettuare. In programma, come si sa, c’è anche una simulazione con un manichino della caduta nel vicolo di Monte Pio. “Probabilmente la faremo all’inizio del 2022 – afferma il vicepresidente della commissione parlamentare. – Stiamo definendo chi sarà a supporto e chi sarà operativo in questo test che vogliamo effettuare. Ne abbiamo parlato in commissione, iniziando anche a definire quelle che saranno le domande che porremo agli specialisti durante la verifica”. Il presidente Pierantonio Zanettin aveva parlato anche di altre “perizie tecniche” che la commissione vuole compiere. Così afferma al riguardo Luca Migliorino: “Quelle le vogliamo realizzare nel breve tempo. Dobbiamo controllare i tabulati telefonici e vogliamo anche andare a rivedere vari video, pure quello realizzato da un componente delle forze dell’ordine prima dell’arrivo della Scientifica. Potrebbero esserci dettagli interessanti ai quali non è stata data la giusta rilevanza”.